Maranello Con lo zaino sospeso quaderni e libri offerti gratis a chi è in difficoltà

Si compra materiale scolastico per gli alunni meno abbienti Le associazioni distribuiranno le offerte dei cittadini 

maranello

Una penna. Un compasso per delineare cerchi perfetti.


Una, due, tre matite per disegnare quello che chiedono le maestre. Quaderni a righe per imparare a scrivere le prime parole o, per i più grandi, i temi o addirittura i saggi.

E naturalmente quelli a quadretti per matematica, fisica e geometria. E colori, astucci, gomme e temperini.

Piccoli, ma importanti strumenti, che non tutti i bambini e ragazzi hanno a disposizione. Ma che presto, grazie allo “Zaino solidale”, iniziativa che sta per essere avviata a Maranello, verranno distribuiti - grazie all’aiuto dei cittadini - anche agli studenti le cui famiglie vivono in uno stato di difficoltà economica. Così che tutti i giovani possano avere le stesse possibilità tra i banchi di scuola e anche tra le mura di casa nel caso della didattica a distanza, anche nelle camerette davanti ai computer.

Il funzionamento è semplice, visto che l’esempio è preso da Napoli con il “caffè sospeso”. In questo caso, però, tutto si basa sui prodotti per la scuola e, naturalmente, sulla generosità dei cittadini.

«Con questo progetto – spiega il sindaco di Luigi Zironi – si invita, chi ha la possibilità, ad acquistare qualcosa in più, dal pennarello al quaderno, e di metterlo a disposizione di chi ne ha bisogno. Il Comune, insieme alle associazioni di volontariato, avrà il compito di garantire ai cittadini che quei prodotti da loro donati arrivino a chi è davvero in difficoltà».

Il progetto, il cui ordine del giorno è stato presentato dal giovane consigliere Davide Nostrini (Italia del Futuro) nel corso dell’ultimo consiglio comunale ed appoggiato fortemente da tutte le forze di maggioranza, è in via di costruzione. Verranno coinvolti gli esercenti della città che vendono cancelleria e prodotti per la scuola, insieme ad associazioni del territorio che potrebbero occuparsi della distribuzione, con una cadenza da definire, del materiale alle famiglie più bisognose: per fare un esempio, il modello che potrebbe essere seguito è quello della distribuzione della spesa.

L’iniziativa, tra l’altro, non aiuterà solo le famiglie degli studenti. «Si tratta – aggiunge Zironi – di un’opportunità in più che il cittadino avrà anche per sostenere i negozi locali. L’organizzazione partirà a breve e speriamo che il progetto possa essere avviato massimo entro l’inizio del 2021. Inizieremo a contattare i commercianti ma intanto invito quelli interessati a farsi avanti».

«L’istruzione – conclude il consigliere Davide Nostrini - è un elemento fondamentale nella nostra formazione, sono contento che il sindaco Luigi Zironi e le forze di maggioranza, ossia Pd e lista civica Maranello in testa mi abbiano appoggiato in questo progetto in cui crediamo molto». —