Contenuto riservato agli abbonati

Boom di ricoveri nei reparti Covid Oltre 400 modenesi sono in ospedale

Ieri registrati 354 nuovi casi e 6 decessi a livello provinciale Nella nostra zona il 18% dei contagi dell’Emilia Romagna

MODENA Oltre 400 persone ricoverate per Covid in provincia di Modena. Mentre i dati sui nuovi contagi si stanno stabilizzando sui 350 casi quotidiani, a preoccupare è il numero delle persone ricoverate negli ospedali modenesi: al momento il sistema tiene, anche grazie all’enorme sforzo del personale e alla riorganizzazione delle strutture, ma con un margine sempre più risicato.

E se al momento il numero di persone ricoverate in terapia intensiva è stabile, la situazione più complicata è quella dei reparti Covid, in cui vengono portati i pazienti meno gravi, ma comunque bisognosi di cure in ospedale.


Partendo dall’Azienda ospedaliero-universitaria di Modena, ad oggi i ricoveri nei reparti Covid tra Policlinico e ospedale di Baggiovara sono 231, di cui 219 in degenza ordinaria e 12 in sub-intensiva. Spostandosi sul fronte Ausl, la rete ospedaliera che comprende le strutture di Mirandola, Carpi, Sassuolo, Vignola e Pavullo conta ad oggi 143 persone ricoverate nei reparti Covid, alle quali si aggiungono i degenti dei due ospedali di comunità, ovvero quello di Novi (15 ricoveri) e quello di Fanano, che ha inaugurato ieri e conta già 5 pazienti.

Sommando questi numeri, risulta che ad oggi sono 394 i pazienti ricoverati nei reparti Covid della provincia, a cui si aggiungono una quarantina - in questo caso tra il numero comunicato dalla Regione e i dati forniti da Azienda ospedaliero-universitaria e Ausl c’è una leggera discrepanza - in terapia intensiva, raggiungendo così il numero di 434 persone attualmente in ospedale per il Coronavirus. Del resto, la media quotidiana si è ormai stabilizzata attorno a 20 ricoveri: quelli di ieri sono stati 23, di cui 20 nei reparti Covid e 3 in terapia intensiva. Per quanto riguarda i nuovi contagi, ieri i tamponi positivi sono stati 354, con 331 persone (il 93,5%) in isolamento domiciliare. Buona parte delle persone contagiate - 231, ovvero il 65% - sono asintomatiche, mentre i contagiati che presentano sintomi sono 123.

Per quanto riguarda la distribuzione territoriale dei nuovi tamponi positivi, Modena città ne conta 94, seguita da Sassuolo con 41 casi, Carpi con 28, Castelfranco con 23, Formigine con 18, Castelnuovo con 13, Pavullo e Bomporto con 11 e Mirandola con 10, mentre gli altri territori hanno un numero minore di contagi. Sette i comuni che non hanno registrato alcun nuovo caso nelle giornata di ieri: si tratta di Cavezzo, Fanano, Fiumalbo, Palagano, Pievepelago, Polinago e San Cesario.

Sei, invece, i decessi per Covid registrati nella giornata di ieri: si tratta di una 91enne e una 74enne di Carpi, una 88enne di Modena, una 82enne di Frassinoro, una 95enne di Castelfranco e un 86enne di Sassuolo.

Dal punto di vista regionale, ieri sono stati 2009 i nuovi contagi, di cui poco meno del 18% riguarda Modena. Ad avere più contagi sono le province di Bologna (437) e Reggio (361), mentre Piacenza ne conta 234, Parma 201, Ravenna 133, Ferrara 70, Rimini 67 e Forlì 45.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, ad oggi sono 35.649 (1.920 in più di venerdì). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o prive di sintomi, sono complessivamente 33.738 (1.859 in più rispetto al giorno precedente), ovvero il 94,6% del totale dei casi attivi.

L’età media dei nuovi positivi registrati in regione è 45,1 anni.

Per quanto riguarda la campagna di screening, su 942 asintomatici, 283 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 62 attraverso i test per le categorie a rischio, 9 con gli screening sierologici, 11 tramite i test pre-ricovero. Per 577 casi, invece, è ancora in corso l’indagine epidemiologica. —