Scuola, nel modenese 14 classi in isolamento In città stop anche al Corni

la situazione

Sono 14 le classi delle scuole modenesi perle quali negli ultimi quattro giorni è stato disposto l’isolamento domiciliare a causa delle positività al Covid-19. Partendo dal capoluogo, si tratta di una sezione dell’istituto superiore Corni, una classe delle primarie Galilei e una delle elementari Pellegrini. Spostandosi in provincia, a finire in isolamento sono stati i bambini delle materne Collodi di Piumazzo, mentre a Ravarino la misura è stata disposta per tre sezioni delle scuole elementari Buonarroti. Studenti e personale scolastico in isolamento anche a Vignola, dove il provvedimento è stato disposto per le scuole medie Muratori e per le elementari Aldo Moro. Due sezioni in isolamento anche a Pavullo: in questo caso, il provvedimento è stato disposto per la scuola d’infanzia Panini di Sant’Antonio. Il provvedimento ieri ha creato una certa apprensione in paese, ma la preside Annalisa Mazzetti sottolinea: «È solo una ligia applicazione del protocollo, non vuol dire assolutamente che ci siano dei bimbi malati. Alla scuola d’infanzia Tonini di Pavullo l’isolamento di una sezione si conclude domani (oggi, ndr) senza alcun riscontro di positività dai tamponi. Speriamo che qui sia lo stesso».


Ragazzi in isolamento anche a Montale: in questo caso si tratta di una sezione della International School of Modena. L’ultima sezione modenese a finire in isolamento è stata quella della scuola primaria di Cavezzo.

«L’azienda predispone immediatamente i tamponi - nota l’Ausl - per le classi e il personale docente delle sezioni dove vengono individuati casi positivi in studenti. Attenendosi alle recenti indicazioni contenute nel Protocollo regionale pubblicato in data 21/09/2020, nelle classi in cui la Sanità pubblica non rileva un contatto stretto tra gli studenti non è previsto l’isolamento domiciliare in attesa del tampone e le lezioni possono proseguire con l’obbligo dell’uso della mascherina al banco. Alla luce delle nuove norme nazionali, al di fuori del periodo di frequenza e in attesa dell’esito del tampone di screening, si raccomandano fortemente a minori e operatori alcune indicazioni prudenziali: utilizzare la mascherina anche a casa, limitare gli spostamenti alla frequenza scolastica o altre necessità non rimandabili, misurarsi la temperatura mattino e sera». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA