Contenuto riservato agli abbonati

Formigine, ciao Alex: «Le risate, i sogni e l’ottimismo Noi non ti scorderemo mai»

La lettere che l’amico Paolo ha inviato alla Gazzetta «Mi hai sempre spronato, ora non sarà come prima» E la mail del Barozzi si riempie

Formigine

Alcuni amici di Alex hanno deciso di inviarci un loro ricordo. Le lettere, spedite tramite il moderno WhatsApp, raccontano di momenti passati insieme. Ore spensierate, ben lontane da quanto accade adesso. Una di queste è firmata da Paolo, Paolo Casini. Che di Alex era amico da sempre: “dai tempi delle scuole elementari”, scrive. Il testo, accompagnato da una foto, è quello che abbiamo lasciato integrale e che pubblichiamo.


“Sono Paolo Casini - scrive l’amico del ragazzo formiginese - Alex non è più fra noi e non mi sembra vero. Non era solo un compagno di classe ma un compagno di vita per me, che lo conoscevo dai tempi delle scuole elementari. Fatico a immaginare la quotidianità senza di lui, che riempiva le mie giornate di ottimismo, sogni, progetti, risate e passioni. Amava lo sport, la musica, le moto, la fidanzata, gli amici, Riccione, i film, le felpe della Nike e le scarpe Yeezy. La scuola non lo faceva impazzire, ma aveva deciso che il Barozzi era giusto per lui”. Il testo inviato da Paolo quindi continua. Sempre in riferimento all’Istituto Barozzi, l’amico prosegue a raccontare: “Alex ci stava bene. Diceva che una classe come la nostra non si trovava facilmente. Valeva la pena impegnarsi. Sarebbe stato utile. Aveva convinto anche me a studiare e mi aveva dato la carica. Riusciva a motivarmi e, il fatto che lui ci fosse, rendeva più sopportabile anche il lockdown”.

Quindi il saluto ad Alex utilizzando un gergo tutto dei giovani della nostra provincia. Quel “pollege” sinonimo di “stai tranquillo”, “rilassati”, “non ti preoccupare”. Paolo quindi chiude: “Mi diceva “pollege” e tutto si risolveva. I compagni di classe lo salutano dicendogli “Pollege Alex”: sarai sempre uno di noi”.

Quella di Paolo, come detto, non è l’unica lettera arrivata alla Gazzetta nel triste pomeriggio di ieri, alcune ore dopo il funerale che si è svolto a Magreta. Altre frasi le abbiamo raccolte nell’articolo di sopra, altre ancora sono state consegnate alla famiglia. Inoltre gli studenti del Barozzi hanno iniziato a scrivere le loro mail in ricordo di Alex all’indirizzo della scuola (ilbarozzinonsiferma@barozzimo.istruzione.it).

I messaggi saranno pubblicati sul blog dell’Istituto modenese e poi inviati ai genitori e ai due fratelli. Nelle scorse ore, la casella postale del Barozzi stava cominciando a ricevere diverse mail da parte di chi in questi anni ha avuto modo di conoscere Alex. In particolare i ragazzi della 4ª B Sia. Proprio i compagni di classe dello sfortunato 16enne, quelli raccontati anche nella toccante lettera dell’amico Paolo. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA