Covid in Emilia Romagna: 2mila 655 nuovi casi e 38 decessi. Nel modenese 16 morti  e 471 positivi

 Sono 433 i guariti. Il 96,3% dei casi attivi in isolamento a casa senza sintomi o con sintomi lievi Effettuati anche 2.056 test sierologici. L'età media dei nuovi positivi è di 45,4 anni.

E' un bilancio pesantissimo, in termini di vite, quello che arriva oggi  22 novembre dall'aggiornamento regionale per quanto riguarda la provincia di Modena. Sono infatti 16: 12 uomini e 4 donne, le vittime del Covid nelle ultime 24 ore nel modenese. Sul fronte dei nuovi contagi sono invece 471 i nuovi positivi.

Per quanto riguarda i 16 decessi si tratta di un uomo di 95 anni di Modena, un altro di 74 anni di Modena, un uomo di 96 anni di San Felice, uno di 87 anni di Modena, un uomo di 80 anni di Cavezzo, un uomo di 87 anni di Sassuolo, un uomo di 59 anni di Vignola, un uomo di Vignola di 91 anni, un uomo di 86 anni di Prignano, un uomo di 87 anni di Prignano,  un uomo di 73 anni di Savignano, un uomo di 79 anni di Novi, una donna di 84 anni di Modena, una donna di 91 anni di Nonantola, una donna di 93 anni di Mirandola e una donna di 100 anni di Vignola.

E su 471 nuovi positivi, 205 hanno eseguito il tampone per presenza di sintomi, 54 sono stati individuati in quanto contatti di casi già noti, 12 sono risultati positivi agli screening sulle categorie più a rischio, 4 sono stati diagnosticati attraverso test sierologici, per 196 casi è in corso la ricerca epidemiologica.

In Emilia Romagna La pressione sui reparti ospedalieri non diminuisce: in terapia intensiva si contano 8 ricoveri in più, per un totale di 249 pazienti, mentre negli altri reparti Covid sono entrate altre 72 persone (per un totale di 2.666).

Il presidente Stefano Bonaccini, ormai negativo ma ancora convalescente per la polmonite bilaterale, annuncia sui social che il vaccino di Oxford-AstraZeneca sarà testato in due centri di eccellenza della regione.

"I test - scrive il governatore - inizieranno a dicembre al Sant'Orsola di Bologna e nelle strutture dell'azienda ospedaliera-universitaria di Modena".

Sul fronte della regione dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 105.729 casi di positività, 2.665 in più rispetto a ieri, su un totale di 13.114 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di nuovi tamponi fatti è oggi dell’20,3%.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.311 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 340 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 512 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 45,4 anni.

Su 1.311 asintomatici, 508 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 114 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 26 con gli screening sierologici, 7 tramite i test pre-ricovero. Per 656 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province dell’Emilia-Romagna vede Bologna con 562 nuovi casi, Modena con 471, Reggio Emilia con 353, poi Rimini (340), Ravenna (214), Piacenza (183), Parma (129), e Ferrara (112). L’area di Forlì (102), Imola (107) e Cesena (92).

Questi, dunque, i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

A Bologna per la sperimentazione saranno arruolati a partire dalla prossima settimana 300 volontari tra gli operatori sanitari del Sant'Orsola e di tutti gli altri ospedali della Usl bolognese.

"Saranno operatori senza una storia Covid accertata", spiega all'ANSA il professor Pierluigi Viale, primario dell'Unità operativa di malattie infettive del Policlinico Sant'Orsola. Quanto alla situazione epidemiologica, Viale sottolinea che la prima settimana dalle ultime restrizioni anti-Covid " passata" ma "forse ancora presto" per tirare un sospiro di sollievo o fare pronostici sul Natale.

"Le prossime due settimane sono decisive" per capire se la curva dei contagi si invertirà. La vera discesa, aggiunge, ci sarà quando il saldo dei ricoveri sarà in negativo. "Non c'è pessimismo sul Natale, ma prima di pensare a una terza ondata pensiamo a uscire vivi dalla seconda", dice Viale.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 13.114 tamponi, per un totale di 1.990.596. A questi si aggiungono anche 2.056 test sierologici.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 67.274 (2.194 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 64.359 (+2.114 rispetto a ieri), il 96,3% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 38 nuovi decessi: 16 in provincia di Modena (12 uomini di 73, 74, 80, 85, 86, 87, 91, 95 e 96 anni e 4 donne di 84, 91, 93 e 100 anni) 5 in quella di Bologna, tutti nell’imolese (5 uomini di 45, 77, 78, 85 e 92 anni), 4 in quella di Reggio Emilia (4 uomini di 72, 79, 85 e 86 anni),  4 in quella di Ravenna (due uomini di 82 e 91 anni e due donne di 71 e 76 anni), 4 in quella di Ferrara (due uomini di 76 e 88 anni e due donne di 80 e 82 anni), 2 in quella di Piacenza (due donne di 60 e 91 anni),  2 a Parma (2 uomini di 81 e 83 anni), un decesso a Rimini (un uomo di 77 anni), nessun decesso in provincia di Forlì-Cesena Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.350.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 249 (+ 8 rispetto a ieri), 2.666 quelli in altri reparti Covid (+72).  

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti:

  • 14 a Piacenza (-1 rispetto a ieri),
  • 14 a Parma (+1 rispetto a ieri),
  • 29 a Reggio Emilia (+1),
  • 64 a Modena (invariato), 
  • 60 a Bologna (+1), 
  • 4 a Imola (invariato),
  • 20 a Ferrara (+3),
  • 12 a Ravenna (+1),
  • 6 a Forlì (invariato),
  • 1 a Cesena (invariato) e
  • 25 a Rimini (+2).

Le persone complessivamente guarite salgono a 33.105 (+433 rispetto a ieri).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi:

  • 11.192 a Piacenza (+183 rispetto a ieri, di cui 31 sintomatici),
  • 9.027 a Parma (+129, di cui 71 sintomatici),
  • 15.417 a Reggio Emilia (+353, di cui 293 sintomatici),
  • 19.152 a Modena (+471 di cui 205 sintomatici),
  • 21.043 a Bologna (+562, di cui 304 sintomatici),
  • 2.676 casi a Imola (+107, di cui 48 sintomatici),
  • 5.093 a Ferrara (+112, di cui 11 sintomatici),
  • 6.548 a Ravenna (+214, di cui 78 sintomatici),
  • 3.925 a Forlì (+102, di cui 76 sintomatici), 
  • 3.275 a Cesena (+92, di cui 69 sintomatici) e
  • 8.381 a Rimini (+340, di cui 168 sintomatici).
La guida allo shopping del Gruppo Gedi