Covid a Modena: candeline in piazza per le vittime nelle Cra: "Mai più tante morti"

MODENA  Candeline e raccoglimento in piazza Grande questa sera a Modena, dove alcune decine di persone si ritrovano, come annunciato, per ricordare "i nostri anziani morti nelle Cra dell'Emilia-Romagna e nelle Rsa in tutti questi mesi".

Modena, lumini in piazza Grande per ricordare le vittime nelle Cra

Distanziati tra loro e dotati di cartelli, oltre che di mascherine, si tratta degli attivisti del comitato regionale 'Libro verde', dove spiccano famigliari degli ospiti Cra e operatori del settore, tra diverse associazioni e sigle politiche dell'area della sinistra ma anche dei 5 Stelle, qua e là.

Il flashmob, di scena dalle 18, viene promosso in vista dell'incontro del 25 novembre del comitato con gli assessori regionali a salute e welfare, Raffaele Donini e Elly Schlein, per rimettere in fila il settore nonostante l'emergenza tuttora in atto.

"Accendiamo queste candele simboliche- racconta uno degli attivisti in presidio prima che comincino gli interventi- per ricordare, in sicurezza, i tanti deceduti nelle Cra dell'Emilia-Romagna che abbiamo avuto in questa fase. Ci auguriamo che l'incontro del 25 novembre possa essere importante per i nostri anziani.

Noi diciamo 'mai piu' come prima': il Covid, infatti, ha solo scoperchiato un problema, quello della gestione delle case per anziani, che da tanti anni pesava".

In particolare, come si legge nei post del presidio, si punta il dito contro "l'esternalizzazione dei servizi ai privati, che ha determinato anche grosse difficoltà per le strutture in ballo e per chi ci lavora, che spesso riceve tutele ridotte in questo ambito. È Un momento costruttivo- confida comunque il comitato- e attendiamo un'apertura della regione nei nostri confronti. Ci auguriamo venga premiata la consapevolezza".