Modena. Si apre il Festival della Migrazione con Romano Prodi e il cardinale Zuppi

Prima giornata dell’edizione tutta online  della rassegna con ospiti di grande prestigio 

Prima giornata del Festival della Migrazione di Modena che quest’anno si tiene completamente online sul sito www.festivalmigrazione.it e sulla pagina Facebook del Festival.

La partenza è ricchissima di ospiti e contenuti di alto livello. Alle 15.30 l’apertura con i saluti introduttivi del vice ministro agli Interni, on. Matteo Mauri, del sindaco di Modena, Giancarlo Muzzarelli, dell’arcivescovo di Modena-Nonantola, mons. Erio Castellucci, e del rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Carlo Adolfo Porro. A seguire l’introduzione a cura di Michela Di Marco, presidentessa Comites Toronto e dell’opinionista e giornalista Lucia Ghebreghiorges, con la moderazione di Elisabetta Soglio, direttrice di Buone Notizie. Alle 16.30 la prolusione del professor Romano Prodi, presidente onorario del comitato scientifico del Festival della Migrazione.


Alle 17.30 il primo tavolo tematico, dedicato a economia e lavoro. “Bread and roses: gli invisibili costruttori dell’Italia” è il titolo della sessione che avrà come ospiti Eugenio Marino del Ministero per il Sud e la Coesione Territoriale, consigliere sull’emigrazione e i rapporti con gli italiani nel mondo, il sindacalista dell’associazione Lega Braccianti Aboubakar Soumahoro, il sociologo Eurispes Marco Omizzolo e Maurizio Ambrosini, professore ordinario di Sociologia del territorio all’Università di Milano. Il tavolo sarà coordinato da Teresa Marzocchi. Alle 19.30 un appuntamento a cura di Migrantes Modena con testimonianze di migranti da Modena e da comunità straniere con l’intervento di Lucia Capizzi di Avvenire. In serata, alle 21, un altro appuntamento da non perdere: il cardinale di Bologna, mons. Matteo Maria Zuppi (nella foto) , farà una lettura della ‘Fratelli Tutti’ di Papa Francesco con l’introduzione di don Mattia Ferrari, che è stato cappellano sulla Mare Jonio. La rassegna è promossa da Fondazione Migrantes, Porta Aperta, Crid di Unimore e Integriamo, con il patrocinio e il sostegno di Regione Emilia-Romagna, Comune di Modena e oltre 50 aderenti ed enti locali, gode del sostegno del Csv Terre Estensi e di Fondazione di Modena e del contributo di Bper Banca, Coop Alleanza 3.0, Menù e Neon King.