Sassuolo Il barista perde l’incasso durante le consegne ma glielo restituiscono

SASSUOLO «Quantto accaduto è la prova che nonostante tutto, il mondo è ancora un bel posto per vivere». È l'affermazione di Mirco Zannoni, titolare del “Salotto Regina”, conosciutissimo bar-ristorante nel centralissimo viale 20 settembre. Motivo? Ecco spiegato. «Non è una frase detta a caso - continua - per il solo motivo che facendo una riflessione su quanto accaduto ad un mio collaboratore e nei minuti successivi credo sia azzeccata. Il ragazzo aveva fatto un giro di consegne che, con questo periodo difficile in cui siamo, è diventato uno dei modi di far arrivare i nostri prodotti ai clienti. Stava quindi finendole ultime tappe con il nostro “ciclo-salotto” quando, inavvertitamente ha perso il borsello che conteneva l’incasso di tutti i servizi effettuati in quel tour per le vie di Sassuolo. Al suo rientro era parecchi abbacchiato per come erano andate le cose e certamente la sua sbadataggine o un gesto inavvertito, avevano causato questo danno».

E in quel portafogli erano custodite alcune centinaia di euro, frutto degli affari conclusi con i clienti del “Salotto Regina”. Ma ecco che arriva la buona notizia attraverso una telefonata.


«Arriva in serata una telefonata - aggiunge Zannoni - che ci comunica come sia stato trovato il borsello con all’interno i soldi e tutto il resto, un atto che ci ha riempiti di gioia non esclusivamente per l’incasso ritrovato ma anche perché chi ha trovato e restituito il borsello ha fatto un gesto che di questi tempi è difficile annotare nella cronaca quotidiana. È vero, e l’ho anche scritto sui social con soddisfazione e lo ribadisco: non si è trattato solo di un borsello restituito, è stata data la prova che, nonostante tutto questo mondo è ancora un bel posto per viverci».

Il gesto, sicuramente di una persona per bene, è significativo anche per il valore morale che racchiude. «È un gesto - conclude Zannoni - che spero serva anche da esempio per altri che dovessero trovarsi in situazioni come questa. Un imprevisto del genere rivela il vero cuore della gente. Ed io sono contento che queste cose continuino ad accadere ed è giusto rendere partecipi anche gli altri, soprattutto i giovani. Può essere considerato un insegnamento utile alla comunità». —

A.S.