Dalle multe 1,25 milioni di euro Si prepara il piano dei vigili

Stabilito il traguardo del 2021 tra controlli stradali, accertamenti e autovelox Definiti pure i progetti per reinvestire i fondi: sicurezza, manutenzioni e tecnologia



Una stima di multe per la circolazione stradale di un milione e 250mila euro per il 2021: è quella che ha fatto la giunta comunale di Sassuolo in vista della chiusura del bilancio di previsione del prossimo anno sulla base dello storico degli esercizi passati. Nel consuntivo 2019, approvato la scorsa primavera, era emerso che erano stati riscossi quasi 569mila euro, tenendo conto anche del fatto per cui sulle strade provinciali gli enti devono dividersi gli introiti. I Comuni infatti sanno benissimo che tra sanzioni elevate e quelle poi veramente introitate c’è sempre un certo margine e anche Sassuolo non fa eccezione.


Per questo motivo della cifra oltre il milione, da dividere in quasi 958mila per sanzioni amministrative e poco più di 292mila per superamento dei limiti di velocità, si stima che in cassa possano arrivare più concretamente altre somme. In particolar modo, si parla di 570.875 euro per le violazioni ex articolo 208 del Codice della Strada e 175mila da autovelox o altre modalità di verificare le infrazioni ex 142 Cds.

Se si fa un confronto con l’ultimo bilancio redatto dalla giunta di centrosinistra, ovvero il previsionale 2019, il totale del previsionale è salito da un milione e 132mila euro, ipotizzando probabilmente ulteriori azioni di controllo del territorio a fronte del potenziamento, in termini di uomini e mezzi, del comando della Polizia locale guidato da Giuseppe Faso.

Il previsionale delle sanzioni serve alle pubbliche amministrazioni anche per decidere già come ripartire i proventi, in quanto una quota deve sostenere investimenti futuri per la sicurezza stradale, come il rifacimento di segnaletica orizzontale e verticale, sistemazione del manto di asfalto, manutenzione delle barriere ma anche potenziamento dei controlli con l’acquisto di veicoli e infrastrutture. Secondo i calcoli fatti dagli uffici di via Fenuzzi, dalla cifra raccolte dalle sanzioni amministrative 71.300 euro circa andranno all’ammodernamento delle strade, 200mila euro alle attrezzature per aumentare i controlli, 13.200 euro per interventi di sicurezza dedicati a bambini, anziani, disabili, pedoni e ciclisti, 21mila euro per i percorsi di educazione stradale nelle scuole di ogni ordine e grado, 25.400 euro a sostegno di forme di previdenza e assistenza complementare.

Diverso il discorso per le multe legate al superamento delle velocità: 72mila euro vanno al potenziamento dei controlli, comprendendo in questo anche spese aggiuntive di personale come possono essere straordinari e turni notturni, 50.472 euro agli interventi di manutenzione, infine un 52.500 euro da destinare all’ente proprietario della strada come può essere la Provincia.

Dei soldi incassati a consuntivo nel 2019, per dare un’idea scorrendo i vari capitoli di bilancio, 23mila euro furono investiti per un collegamento con le banche dati, quasi 29mila euro in arredi e attrezzature per la Polizia locale, 22mila euro per il fondo pensione degli agenti e quasi 17mila euro in iniziative per l’apprendimento dell’educazione stradale. Tutto questo ovviamente in attesa di avere a primavera prossima i dati definitivi del 2020, anno segnato anche da momenti di minore circolazione stradale causati dalle restrizioni legate al Covid-19. —