Nevicata in provincia di Modena. Caduti 30 centimetri in Appennino. Ora il pericolo è il ghiaccio e sabato si sale a 15 gradi con piogge abbondanti

In città la neve ha iniziato a cadere nelle prime ore del mattino. In Appennino nevica dalla notte.in pianura, dove nella notte è caduta neve mista a pioggia, finora sono usciti i mezzi spargisale per evitare la formazione di ghiaccio sulle strade.

[[ge:gelocal:gazzetta-di-modena:modena:cronaca:1.39609412:gele.Finegil.Image2014v1:https://gazzettadimodena.gelocal.it/image/contentid/policy:1.39609412:1606900768/141148341.jpeg?f=detail_558&h=720&w=1280&$p$f$h$w=be8c3b1]]

MODENA Annunciata dalle previsioni, mai come in questo caso concordanti tra i vari esperti, la nevicata è arrivata. Dalla serata di ieri nevica in Appennino dove ha proseguito per tutta la notte, In pianura dopo una notte di pioggia, i fiocchi hanno fatto la loro comparsa nelle prime ore del mattino e si sono fermati in tarda mattinata.

Sul fronte della viabilità non si segnalano particolari problemi. La polizia stradale parla di viabilità regolare su tutto il tratto della rete provinciale e anche in autostrada.

Modena, nevicata di dicembre in centro storico

Unica eccezione ai Carrai, comune di Pavullo, sulla strada dell'Abetone dove si verificano code e rallentamenti per veicoli impegnati a mettere le catene. In zona Pavullo la neve caduta ha già raggiunto i 10 centimetri.

E sempre in zona Appennino, i vigili del fuoco poco dopo le 8,30 sono intervenuti sulla via giardini tra Serramazzoni e Maranello per un pullman finito in panne con le ruote in bilico nel fossato laterale.

Nessun altro intervento dei vigili del fuoco per neve

PREVISIONI METEO

La neve caduta oggi resterà per poco tempo, dal fine settimana infatti arriverà una nuova perturbazione, ma accompagnata da aria calda in quota. Le precipitazioni in pianura dunque saranno solo piovose e sabato a Modena sono previsti addirittura 15°C di temperatura massima. Piogge prevalenti anche in montagna, con neve solo a quote medio-alte. Il che significa un rapido scioglimento della neve accumulata in queste ore con inevitabile sovraccarico dei corsi fluviali. E gli allerta che ne consegueranno.

LA SITUAZIONE IN APPENNINO

I mezzi spartineve e spargisale della Provincia sono usciti dalle prime ore di mercoledì 2 dicembre sulla rete delle strade provinciali dell'Appennino, in particolare nelle zone più in alto, dove sono caduti in media oltre 30 centimetri di neve; in pianura, dove nella notte è caduta neve mista a pioggia, finora sono usciti i mezzi spargisale per evitare la formazione di ghiaccio sulle strade.

Tutte le strade provinciali, comprese quelle di montagna, sono attualmente percorribili con catene o gomme da neve; i tecnici del servizio provinciale Viabilità raccomandano comunque prudenza, perché in presenza di temperature particolarmente rigide l'effetto del sale si attenua fino a diventare nullo; in caso di neve e ghiaccio c'è l'obbligo di catene e o gomme da neve.

L'organizzazione del Piano neve della Provincia prevede l'uscita dei mezzi spartineve quando la neve al suolo supera i quattro centimetri; i mezzi devono raggiungere il tratto di strada assegnato entro 30 minuti. Per tenere pulita la rete di oltre mille chilometri di strade provinciali, la Provincia dispone quest'anno di 188 mezzi di cui 132 spartineve, tutti di ditte private convenzionate; di questi 65 sono in montagna e 67 in pianura.

I mezzi spargisale sono 32 (14 in montagna e 18 in pianura), più nove di proprietà della Provincia, oltre a 13 mezzi “combinati” cioè sia spartineve che spargisale; a questi si aggiungono due turbine di proprietà della Provincia utilizzate in genere per tenere aperte le strade provinciali sul crinale nella zona di Frassinoro in particolare al passo delle Radici. In vista dell'inverno la Provincia ha acquistato per ora circa 720 tonnellate di sale, per una spesa di 56 mila euro, che si aggiungono ai quantitativi distribuiti nei 45 depositi provinciali pari a circa 3.150 tonnellate, presso le ditte che svolgono il servizio spargisale o nei magazzini di proprietà della Provincia.  

 

A Modena il Comune ha attivato il piano neve già nella serata di ieri, con salatura preventiva delle principali strade, in particolare ponti e sottopassi. Le operazioni si sono svolte tra le 3 e le 7 del mattino e sono stati impiegati 21 mezzi spargisale. Intanto tra oggi e domani si dovrà fare i conti con il pericolo ghiaccio. Il Comune di Modena in serata provvederà alla salatura delle zone maggiormente a rischio per la circolazione, in modo da evitare pericoli agli automobilisti.
 

SEGUONO AGGIORNAMENTI