Contenuto riservato agli abbonati

Covid. Addio a Milton Marelli Presidente a Mirandola degli Amici della Musica

MIRANDOLA È stato colui che ha dedicato realmente la propria vita alla promozione dell’opera. Mirandola piange Milton Marelli, 86enne e storico presidente dell’associazione “Amici della Musica” che dal 1984 ha portato la passione melomane nella Bassa, attivando tante iniziative e anche gite fuori regione. Celebri quelle all’Arena di Verona con Marelli che organizzava pullman e accompagnava un migliaio di persone a seguire la stagione della lirica.

Marelli se n’è andato ieri, vittima del virus, dopo aver vissuto negli ultimi anni alla Cisa, la residenza in cui va annotato un preoccupante focolaio. L’ultimo saluto a cura delle onoranze funebri Bianchini si terrà domattina, alle 9, quando in Duomo sarà celebrata la cerimonia funebre.


Marelli è stato grande amico di Luciano Pavarotti al quale portava sempre i tortellini preparati dalla madre che “per Luciano erano il regalo più bello”, ha ricordato in diverse occasioni pubbliche. E il presidente degli Amici della Musica si poteva fregiare anche dell’amicizia con Raina Kabaivanska. «Non mi ricordo neanche quante volte io sia venuta a Mirandola - disse in occasione della consegna del premio alla carriera - Però Milton lo ricordo sempre con affetto e i nostri contatti sono frequenti. È grande Milton, perché rappresenta proprio il personaggio legato alla passione per l’opera».

Cresciuto nel forno di famiglia in via Castelfidardo, si appassionò di musica in modo autodidatta. Entrato nel Cda degli Amici di Carpi, portò la stessa passione a Mirandola dove ha anche collaborato attivamente con l’Indicatore curato da Fabio Montella e Luca Marchesi a cui ha sempre fornito materiale utile a fare della città dei Pico una città della musica. —