«Attenti al lupo, andate via con calma» Allerta nelle campagne

Il sindaco Lisa Luppi: «Non cercate l’avvistamento» Ma Milani (Pettirosso) frena: «Penso più a un randagio»

CAVEZZO

Quella foto, di un canide in una strada sterrata di campagna, ha rapidamente fatto il giro di tanti telefoni cellulari, laciando presagire l’arrivo di un lupo fino nella Bassa, magari a caccia di qualcosa di mangiare. Un’ipotesi comunque strana visto che di habitat migliori della nebbiosa Area Nord ce ne sono, ma tant’è che lo stesso sindaco Lisa Luppi ha affidato alcune riflessioni ad un post sui social. «Sono giunte alla Polizia locale di Cavezzo alcune segnalazioni fotografiche riguardanti un animale, che si aggira libero nelle campagne del territorio comunale, sembra essere un esemplare adulto di lupo - scrie il primo cittadino - La Polizia provinciale, corpo deputato alla gestione della fauna selvatica, è stata immediatamente avvisata, e sta già conducendo degli accertamenti in merito».


L’aggiornamento prosegue poi con alcuni consigli utili in caso di incontri sospetti. «Nell'attesa di avere ulteriori elementi - prosegue Luppi - la stessa Polizia provinciale raccomanda caldamente a tutti di non cercare l'avvistamento e, in caso di incontro fortuito, di allontanarsi con calma il più possibile dall'animale che, essendo specie protetta, va lasciato in pace».

Ma la fotografia è stata sottoposta anche a Piero Milani, specialista del centro fauna “Il Pettirosso” di Modena che da anni si batte per una corretta informazione al riguardo dei lupi in montagna e degli attacchi ai cani domestici. «Non è affatto un lupo - spiega convinto Milani - Non è il caso di generare dubbi o timori nella gente. Piuttosto credo che si debba fare molta più attenzione ai cani selvatici che sì, quelli possono aggirarsi nella Bassa e dei quali abbiamo avuto alcuni episodi letali su cani legati alla catena. Ma di lupi no, non se ne parla proprio».

E così si procede a tentoni: c’è chi continuerà a credere al lupo e chi, più pragmatico, archivierà l’episodio come una suggestione in attesa del responso definitivo che dovrà dare la Polizia provinciale semmai il lupo-non lupo si farà rivedere nelle campagne cavezzesi. —