La famosa Torta Barozzi in edizione “limitata” a Natale con un clic firmato Saetti

Quest’anno una confezione speciale per il dolce tipico di Vignola prodotto da sempre dalla storica Pasticceria Gollini Il fotografo di Vasco e Kravitz ha realizzato l'immagine speciale per la confezione

LA TRADIZione

In vista di Natale, la storica Pasticceria Gollini ha lanciato una nuova confezione a edizione limitata per la sua esclusiva Torta Barozzi. A renderla speciale ci ha pensato il fotografo maranese dei rocker, Nino Saetti, il quale ha catturato uno scorcio del centro storico di Vignola, illuminato a festa, dove ha sede appunto la storica pasticceria. «Nino Saetti è ormai il nostro fotografo ufficiale. Collabora con noi da anni e per questo Natale gli abbiamo chiesto se potesse immortalare la nostra pasticceria, immersa nelle luci del centro vignolese – spiega Benedetta Tiezzi, una delle tre socie dell’attività artigianale – ogni anno, in vista delle feste, proponiamo per il formato più grande della nostra torta una confezione particolare. Quest’anno abbiamo scelto una foto aggiornata, più attuale». Nino Saetti, al quale nel 2016 è stato consegnato il riconoscimento di “Maranese dell’anno”, collabora come fotografo con moltissimi artisti della musica rock: Vasco Rossi, Luca Carboni, Lenny Kravitz. Ma quella con la pasticceria Gollini è una collaborazione che ha radici più intime: «Feci delle foto per la squadra d’atletica in cui si allenava mio figlio. Una delle sue maestre, Letizia Romani, la quale si occupa appunto del laboratorio Gollini, ha visto le foto e mi ha chiesto se potessi farne anche per il loro negozio». Nino Saetti ha così catturato il centro di Vignola, adorno delle luci natalizie di quest’anno. «Rendere belli scatti notturni come questi non è semplice, non basta un click. Queste foto hanno bisogno di pazienza e tempi lunghi. Ma più di tutto, quando si lavora serve amore. Per me la fotografia è una grande passione e in ogni scatto che faccio impiego grande cura per renderla al meglio». La pasticceria Gollini, che come altri negozi artigiani identifica nel Natale uno dei periodi più fiorenti per l’attività, spera nel periodo festivo per aumentare il proprio giro di clienti, anche in un anno particolare come questo. «Bisogna comunque ammettere che la nostra attività è in un certo senso privilegiata – illustra Benedetta – in molti vengono da noi per un dolce d’asporto o per acquistare una nostra produzione da regalare. In effetti, possiamo dire di aver sempre lavorato. In più, avendo un servizio in sala molto ridotto e più che altro attivo nel periodo estivo, questo secondo lockdown non ha rappresentato un vincolo. Molti nostri clienti abituali hanno continuato a servirsi da noi. In più, a Natale il giro di persone aumenta sempre, quindi speriamo di poter chiudere positivamente l’anno». La confezione da 1,2 chilogrammi di Barozzi, proposta dalla Pasticceria Gollini, non è la sola novità del Natale 2020. «È il secondo anno che portiamo avanti una vincente collaborazione con la pasticceria Giamberlano di Pavullo – svela Tiezzi - gli artigiani pavullesi preparano per noi panettoni usando la nostra torta al posto di uvetta e canditi. Ne abbiamo ordinati il doppio rispetto all’anno scorso, eppure sono già andati esauriti. Arriveranno in negozio giusto per il ritiro». Oltre al panettone Barozzi-Giamberlano, le tre socie della pasticceria Gollini hanno pensato per quest’anno anche a un’altra novità. Una confezione in latta, creata sul calco di una storica trovata nel loro archivio. «Abbiamo rivisitato una confezione destinata ai lievitati. Era presente nel nostro archivio, quindi si tratta di qualcosa di antico e che per noi ha grande valore affettivo – spiega Benedetta Tiezzi – abbiamo cercato di renderla un po’ più moderna ma il formato rimane vintage. Si adatta per le confezioni regalo con i nostri prodotti: dalla Barozzi, alla Spongata». Insomma, un opportuno tocco di dolcezza per lenire il gusto di un anno piuttosto amaro. —