Magreta, razziata una villetta bifamiliare in pieno pomeriggio

Ladri in azione poco dopo le 16.30: nessun testimone Segata un’inferriata, case a soqquadro. Rubati oro e contanti


FORMIGINE. In pieno pomeriggio, senza paura o timori, una banda di ladri ha svaligiato una villetta bifamiliare a due passi dal centro di Magreta.

È successo due giorni fa, tra le 16.30 e le 17.30, senza che nessuno si rendesse conto di nulla. Nessun testimone, nonostante le inferriate segate e due appartamenti messi a soqquadro.

«Ecco il disastro», racconta una delle vittime del furto, mostrando il disordine e la confusione che il passaggio dei ladri ha lasciato nella sua abitazione. Tutti i mobili sono stati frugati, ogni cassetto setacciato alla ricerca di denaro e contanti.

E se in un appartamento hanno trovato qualche collana e un centinaio di euro in contanti, nell’altro il bottino di preziosi è stato più sostanzioso.

Il colpo è stato messo a segno da una banda specializzata che, in pochi minuti e approfittando del tramonto, si è introdotta nella porzione di cortile che si trova nel retro della villetta, passando dalla proprietà di un vicino e dalla vicina pista ciclabile, poco frequentata e buia. Ben riparati dalla strada, hanno segato le inferriate utilizzando un qualche strumento, forse un flessibile, senza che nessuno sentisse nulla. I due appartamenti erano vuoti e quindi c’è stato tutto il tempo per perlustrare ogni stanza alla ricerca del bottino.

Il colpo non è durato più di un’ora e secondo una delle vittime è stato portato a termine da tre persone: «Due erano dentro e credo che una terza abbia fatto da palo all’esterno».

Quando le famiglie, una volta rientrate, si sono rese conto del furto non hanno potuto fare altro che chiamare i carabinieri che sono accorsi per un primo sopralluogo. Nei prossimi giorni seguirà regolare denuncia.

Nulla di nuovo nelle modalità di azione di questi gruppi di professionisti del furto, che dal periodo autunnale iniziano il loro “lavoro” sul territorio sfruttando le ore di buio pomeridiane, quando le famiglie sono ancora fuori o per lavoro o per accompagnare i figli per le attività sportive e ricreative. E non è un caso che un flessibile non venga segnalato alle 16 o alle 17, perché molti ritengono improbabile un furto a quell’ora. E invece si tratta di una tattica rodata. —