Spilamberto, i ladri bastonano i tre cani, rubati 30 euro e una collanina

I segni dei denti restano sui manici usati dalla banda per colpire all’ora di pranzo «Ora sono intimoriti». Razzia e bottino ridotto anche a Vignola in zona Cimarosa 

SPILAMBERTO. Ladri in azione sabato tra Spilamberto e Vignola. Nel primo caso hanno agito in pieno giorno, a ora di pranzo, in via Cervarola, quartiere Regioni. Se il bottino è stato scarso, quello che più colpisce è che, i malviventi, hanno preso di mira i tre cani presenti all’interno dell’abitazione, servendosi di un paio di scope per picchiarli. «Siamo usciti intorno alle 12.30 - racconta Andrea Vandelli - e rientrati alle 14. Abbiamo trovato la casa praticamente ribaltata. Hanno portato via poco, 30 euro da uno svuota tasche e una catenina d’oro. Hanno lasciato tante cose, o perché disturbati o perché puntavano esclusivamente ai contanti e all’oro giallo».

L’abitazione di Vandelli è su due livelli; l’ipotesi è che i criminali abbiano scavalcato il cancello oppure si siano serviti di un passepartout. Dopodiché, utilizzando un piede di porco, hanno distrutto la porta finestra dell’ingresso secondario. Entrati in casa, si sono ritrovati davanti i cani di grossa taglia, sui 30 kg l’uno, ma buoni: «Gli hanno rotto le scope addosso - aggiunge Vandelli - sui manici ci sono i segni dei denti, ciò significa che i cani hanno tentato di difendersi. Ora sono traumatizzati, tremano, uno è zoppicante. In questi giorni nella nostra zona sono già avvenuti altri furti e i carabinieri ci hanno detto che probabilmente si tratta della stessa banda».


Nella stessa giornata, tra le 18 e le 20, una banda di ladri ha agito anche a Vignola nella zona Cimarosa. I criminali si sono introdotti nell’abitazione mentre i proprietari non erano presenti: «Occhi aperti - avverte R.B. - è il periodo più brutto». Anche in questo caso, il bottino non è stato cospicuo: «Tanti danni - scrive sui social la vittima - e poca resa».