Contenuto riservato agli abbonati

Zocca Vasco ricorda il primo premio a Modena «Come avessi vinto Sanremo»

Il Kom ha pubblicato con una foto la vittoria a 13 anni de “L’Usignolo d’oro” «Mi definivano il bimbo che ha imparato a cantare portando pecore al pascolo»

Manuel Marinelli

ZOCCA. Con il cuore sempre nella sua Zocca. 55 anni fa Vasco Rossi vinceva a Modena la finale del concorso canoro locale “L’Usignolo d’Oro” e il Kom ha voluto ricordarlo l’altro giorno. Dopo aver vinto la prefinale, in cui parteciparono gli altri concorrenti dei paesi di montagna, un bambino di nome Vasco, al tempo tredicenne, si esibì sul palco del teatro Comunale di Modena con la canzone “Come nelle fiabe”.


«Votavano dieci ragazzini con la paletta - racconta Vasco sui social – Canta una bambina carinissima di Finale Emilia, molto brava, e prende tutti 10 e un 9: io vado fuori pensando che abbia già vinto lei. Canto anch'io e, quando torno dietro le quinte, comincio a sentire: Dieci, dieci, dieci, dieci, dieci... Tutti dieci, cento su cento». Dopo il successo in quello che potremmo definire uno “Zecchino d’oro modenese”, Vasco venne invitato in seguito ad altre manifestazioni, in cui veniva presentato come il vincitore dell’Usignolo d'Oro. «Mi sentivo come il vincitore di Sanremo, pensavo di essere già un cantante e non capivo perché dovessi continuare ad andare a scuola», ironizza Vasco. Grazie alla vittoria gli venne dedicato persino un articolo su un giornale locale, che il rocker conserva ancora, in cui veniva descritto come “Il bimbo autodidatta di Zocca che ha imparato a cantare portando le pecore al pascolo”. Questo il Kom non l'ha mai dimenticato, anzi, ne ha fatto il suo punto di forza. «Essere di Zocca a quel punto era diventato un orgoglio per me. Infatti ho voluto mantenere la residenza qui, nel mio paese. Non ho mai pensato a Montecarlo». Questo la comunità di Zocca lo sa perfettamente. Oltre a trascorrere al paese natale gran parte dell'estate, in questo periodo dell'anno Vasco era solito recarsi alla Scuola di Musica intitolata a Massimo Riva, per salutare e fare gli auguri ai compaesani e agli allievi della scuola. Quest'anno ovviamente quello che era diventato un appuntamento tradizionale e atteso da tutta la sua comunità a causa dell’emergenza Covid è saltato, ma Vasco si farà presto sentire per non deludere i suoi fan. È infatti in uscita il nuovo singolo dal titolo “Una canzone d'amore buttata via”. Il brano verrà presentato in anteprima il primo giorno del 2021, definito da Vasco “l’anno della rinascita”, durante la trasmissione televisiva “Danza con me” che vede la partecipazione del famoso ballerino Roberto Bolle. Si chiude per Vasco un 2020 di soddisfazioni, con la recente vittoria del Premio Tenco 2020, importantissimo riconoscimento in ambito musicale e la consegna da parte del Comune di Bologna del Nettuno d'oro. Eppoi c’è il video che ha girato un paio di setti,mane fa in piazza Maggiiore. Non un luogo e un video a caso perché proprio lì, nel cuore di Bologna, Vasco tenne la sua prima esibizione dal vivo. —