Contenuto riservato agli abbonati

Marano, Auguri Bruna, sei entrata nel club del 107

Festa per Degli Esposti che con le coetanee Maria e Iolanda è la “ragazza” più longeva della provincia di Modena

Benvenuta Bruna, benvenuta nel club del 107. Da ieri sei una delle nonne più longeve dell’intera provincia di Modena. Lo sei in compagnia di altre due “ragazze”, tutte di 107 anni. Bruna, che di cognome fa Degli Esposti, ha festeggiato proprio ieri l’importante compleanno. Un’età niente male che, come detto, la proietta in un gruppo ristretto di coetanee. Lo scettro della modenese più anziana è assegnato per una questione di giorni. La classifica che riguarda le nate nel 1913 è questa: Maria Bendini da Monteombraro di Zocca con 107 anni e 248 giorni, segue Iolanda Borghi da Camposanto con 107 anni e 132 giorni. Insieme a loro c’è anche la signora Bruna con i suoi 107 anni e un giorno.

A Marano, nella camera di Villa Sorriso, non è mancata la torta e non sono mancate le candeline. In più è spuntato un cappellino confezionato per l’occasione speciale. Ad organizzare la festicciola il personale della casa di riposo maranese. Le regole dettate dal Covid non hanno permesso alla nipote Francesca di partecipare: «Ci siamo viste e parlate in remoto, tramite il cellulare. Colgo l’occasione per ringraziare tutte le persone che lavorano nella struttura per gli anziani Villa Sorriso. Si stanno prendendo cura degli ospiti in maniera eccezionale e in più non fanno mai mancare la loro presenza anche con i famigliari. In questo periodo di virus non sono ovviamente potuta entrare nella struttura, ma allo stesso tempo non sono mai mancati gli aggiornamenti da parte del personale. In più, come detto, ho la possibilità di vedere nonna Brunina virtualmente».


Brunina, ci permettiamo anche noi di chiamarla così, è nata il 29 dicembre del 1913 a Guiglia. Nel bel mezzo della Prima guerra. Da ragazza, poi, ha avuto modo di attraversare anche la Seconda guerra. Come, nella sua lunga vita, ha superato pure due pandemie: la Spagnola e l’attuale Covid.

«Proprio la Seconda guerra mondiale ha costretto nonna Bruna a lasciare la “sua” Guiglia. Si è trasferita a Vignola dove ha lavorato come camicia per uomo e casalinga. Spostata con Giuseppe e mamma di Silvana. Da alcuni anni è una delle ospiti di Villa Sorriso a Marano. In famiglia siamo rimaste solo io e lei. Io e la “mia” Brunina».

Nel giorno speciale, quello del compleanno numero 107, non sono mancate le richieste da parte della signora Degli Esposti. Un traguardo del genere, d’altra parte, non è da tutti: «Certamente - conferma Francesca - la nonna ha subito chiesto un dolce. Un po’ di zuppa inglese per essere precisi».

Sono poi arrivati, anche se non di persona a causa delle note restrizioni, gli auguri da parte di Giovanni Galli che di Marano è il sindaco: «Siamo orgogliosi di festeggiare Bruna per i suoi 107 anni. Per celebrare lo scorso compleanno avevamo donato alla signora Degli Esposti una speciale pergamena. In questo 2020, purtroppo, non è stato possibile ripetere quella bella festa. C’è comunque il piacere di avere una concittadina così longeva. A questo punto non resta che chiedere a Bruna quale sia il suo segreto». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA