Neve, turbine al lavoro a Frassinoro e Passo delle Radici.  Strade percorribili. Ancora allerrta gialla

FRASSINORO  Al Passo delle Radici, nel comune di Frassinoro, le turbine della Provincia nel pomeriggio di oggi, lunedì 4 gennaio, hanno completato l'allargamento della carreggiata lungo la strada provinciale 324, dove nel fine settimana la neve ha superato il metro; il passo è sempre stato transitabile e dal primo pomeriggio di oggi ha smesso di nevicare.

Su tutta la rete della viabilità provinciale dell'Appennino, nella serata di stasera è prevista l'uscita dei mezzi spargisale, al fine di completare la pulizia del fondo stradale e prevenire la formazione del ghiaccio. Soprattutto alle quote più alte e nei tratti a rischio, infatti, il pericolo è rappresentato dalle ghiacciate notturne; i tecnici del servizio provinciale Viabilità raccomandano quindi prudenza, perché in presenza di temperature particolarmente rigide l'effetto del sale si attenua fino a diventare nullo.

Il piano neve della Provincia sulla rete di oltre mille chilometri di strade provinciali, prevede l'impiego di 188 mezzi di cui 132 spartineve, tutti di ditte private convenzionate; di questi 65 sono in montagna e 67 in pianura. I mezzi spargisale sono 32 (14 in montagna e 18 in pianura), più nove di proprietà della Provincia, oltre a 13 mezzi “combinati” cioè sia spartineve che spargisale; a questi si aggiungono due turbine di proprietà della Provincia utilizzate in genere per tenere aperte le strade provinciali sul crinale nella zona di Frassinoro in particolare al passo delle Radici.

I mezzi spartineve della Provincia sono al lavoro, dalla mattina di lunedì 4 gennaio, al Passo delle Radici, nel comune di Frassinoro, che risulta regolarmente percorribile. Nel fine settimana in questo tratto della provinciale 324 si sono registrati accumuli di neve superiori al metro e, dopo una interruzione nella notte scorsa, nella mattina di lunedì ha ripreso a nevicare.

L'attività dei mezzi in Appennino, si è concentrata in particolare nelle zone più alte della provinciale 324 e sulla provinciale 486 a Piandelagotti, dove in questi ultimi giorni sono caduti in media 50 centimetri di neve. Su tutte le strade provinciali dell'Appennino, che sono regolarmente transitabili con catene o gomme da neve, continua l'utilizzo costante del sale, al fine di completare la pulizia del fondo stradale e prevenire la formazione del ghiaccio.

Per tenere pulite le strade provinciali di montagna e per l'acquisto del sale la Provincia finora ha speso oltre 300 mila euro; le ultime nevicate hanno avuto un costo di oltre 100 mila euro di cui 60 mila euro solo per tenere pulite le provinciali da Frassinoro al Passo delle Radici, compresa la comunale di S.Pellegrino in Alpe, gestita dalla Provincia sulla base di una convenzione con il Comune.

Su tutte le strade è in vigore l'obbligo di circolazione con catene o gomme da neve; i tecnici del servizio provinciale Viabilità raccomandano comunque prudenza, perché in presenza di temperature particolarmente rigide l'effetto del sale si attenua fino a diventare nullo. Il piano neve della Provincia sulla rete di oltre mille chilometri di strade provinciali, prevede l'impiego di 188 mezzi di cui 132 spartineve, tutti di ditte private convenzionate; di questi 65 sono in montagna e 67 in pianura.

I mezzi spargisale sono 32 (14 in montagna e 18 in pianura), più nove di proprietà della Provincia, oltre a 13 mezzi “combinati” cioè sia spartineve che spargisale; a questi si aggiungono due turbine di proprietà della Provincia utilizzate in genere per tenere aperte le strade provinciali sul crinale nella zona di Frassinoro in particolare al passo delle Radici.