Contenuto riservato agli abbonati

«Domenica probabile nevicata a Modena e in pianura»

Lombroso e l’Aeronautica Cimone prevedono un’imbiancata estesa a tutta la provincia. «Ma è presto per i quantitativi»

MODENA. Non solo l’Appennino. La neve sembra proprio destinata nei prossimi giorni a fare la sua comparsa anche sulla pianura, in un “battesimo bianco” dell’anno rivolto anche alla città. Il giorno fatidico dovrebbe essere domenica, secondo tutte le previsioni: sia quelle web che quelle dei professionisti.

Ovviamente al di là dei tre giorni non è ancora possibile avere la certezza. Però ci si esprime in termini di alta probabilità. Il sito 3BMeteo si sbilancia addirittura sulle quantità, dando con una percentuale che va dal 75 al 90% la caduta di 13 centimetri a Modena a partire dalla serata di sabato, con precipitazioni destinate a protrarsi fino alla domenica pomeriggio.


Anche il meteorologo Luca Lombroso, pur invitando alla cautela, si sbilancia in termini di alta probabilità: «Con i modelli attuali, dal 60 all’80% di possibilità di avere neve in città domenica». Ma non fa stime sui quantitativi: «Su quelli ci si può esprimere solo uno o due giorni prima - puntualizza - lo so che fa effetto parlare di centimetri, ma non lo ritengo corretto a una distanza di cinque giorni. Inviterei a prendere con le dovute cautele anche le stime che vengono dalla rete: oggi tutti si improvvisano meteorologi, ma come si va dal dottore quando ci sono problemi di salute, così quando si vuole una valutazione affidabile sul meteo ci si dovrebbe rivolgere a professionisti. In Italia siamo in una cinquantina che possiamo definirci davvero meteorologi, ovvero iscritti all’Ampro (Associazione Meteo Professionisti)».

Detto questo, rimane tutta la prospettiva di una bianca domenica non solo sui monti ma anche a valle: «C’è una buona possibilità che tutta la provincia venga imbiancata, città compresa. Se tanto o poco, lo potremo dire al massimo due giorni prima».

Ovvio che in caso di conferma di un quantitativo importante, in città andrà predisposta tutta l’organizzazione per affrontare un fenomeno comunque raro. Basti pensare che in tutto il 2020 qui sono caduti soltanto 5 centimetri.

«Non ci troveremo comunque di fronte a un’ondata di gelo - specifica Lombroso - farà freddo, ma come è sempre stato normale in passato nel mese di gennaio: è negli ultimi trent’anni che ci si è abituati a temperature più miti, ma storicamente non era affatto così in quello che per tradizione è sempre stato il mese più freddo dell’anno».

Lo scenario in arrivo per il weekend è però particolare: «Di solito le nevicate in pianura sono legate all’irruzione di aria fredda dal nord Europa o dalla Russia che entrando nel Mediterraneo dà origine a bassa pressione. In questo caso sarà invece un fenomeno dovuto allo scorrimento di aria fredda a basso strato che dalle isole Canarie entrerà nel Mediterraneo portandosi verso la Corsica e la Sardegna. Da qui la perturbazione, che però potrebbe subire ancora uno spostamento di molti chilometri. Le previsioni sono materia complicata, e la neve in particolare è sempre molto più difficile da prevedere della pioggia, perché soggetta a molte più variabili».

Comunque, anche dall’Aeronautica del Cimone confermano la probabilità di neve domenica fino in città: «I modelli di previsione relativi ai prossimi giorni attualmente indicano il passaggio domenica di una perturbazione importante destinata a portare precipitazioni nevose anche sulla Pianura Padana, e quindi sulla città di Modena - ribadiscono - però è ancora presto per un pronunciamento ufficiale perché ci troviamo di fronte a una situazione di grande instabilità in cui piccole variazioni possono portare a spostamenti anche di 100 km sul manifestarsi dei fenomeni». —

D.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA