Modena, controlli anti Covid della Finanza: multati due bar e un supermercato

In un supermercato in uno dei centri commerciali di Modena accertando che erano accessibili i reparti in cui venivano venduti prodotti non considerati di “prima necessità”.

È proseguita anche durante le festività natalizie l’attività di tutti i Reparti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Modena finalizzata a far rispettare le disposizioni emanate dagli Organi centrali e locali per contenere la diffusione del Coronavirus.
 
Sono state 42 le pattuglie del Corpo impiegate, in concorso con le altre Forze di Polizia e le Polizie Locali, che hanno assicurato, sia nella città di Modena che in alcuni comuni della Provincia, i servizi di vigilanza previsti dalle Ordinanze del Questore, sulla base delle indicazioni fornite dal Prefetto
 
L’attività delle Fiamme Gialle modenesi, finalizzata al rispetto delle norme volte a contenere l’emergenza epidemiologica, ha portato al controllo di 118 autoveicoli e 173 persone. In un caso i militari della Compagnia di Modena hanno sanzionato un cittadino modenese che, durante gli orari del coprifuoco, si aggirava senza motivo nel comune di Maranello.
 
Sono state controllate anche 4 attività commerciali con la contestazione di violazioni amministrative in 3 occasioni.
 
In due casi i Finanzieri della Tenenza di Vignola hanno accertato che due bar somministravano bevande ad alcuni clienti, a loro volta sanzionati, nonostante fosse permesso solo l’asporto o la consegna a domicilio.
 
L’ultimo giorno dell’anno - giorno nel quale erano applicate le norme per la cosiddetta “zona rossa” - i Baschi Verdi della Compagnia di Modena, a seguito di una segnalazione pervenuta al numero di pubblica utilità “117”, si sono recati in un supermercato ubicato in uno dei centri commerciali  di Modena accertando che erano accessibili i reparti in cui venivano venduti prodotti non considerati di “prima necessità”.
 
I controlli proseguiranno anche all’inizio del 2021, al fine di prevenire comportamenti che possano rilevarsi non conformi alle misure di contenimento del contagio del