Modena Il 2020 lascia anche una buona notizia: adozioni consapevoli di animali

I rientri nei canili di Modena sono passati dall’8 al 4% «Famiglie più disponibili ad accettare consigli dai canili»

Rinunce dimezzate. È questa la buona notizia lasciata dal 2020 sul fronte delle adozioni di cani, evidenziando un quadro di maggiore consapevolezza nella scelta di prendere un animale.

«A fronte dello stesso numero di cani adottati, abbiamo visto passare i rientri dall’8% al 4% - sottolinea Elisa Gentilini del Gruppo Argo di Modena - riteniamo che gli adottanti siano sempre più consapevoli di cosa significhi accogliere in casa un cane e sempre più disponibili ad essere indirizzati verso il cane più adatto dal volontariato di riferimento». Durante il primo lockdown operatori e volontari del canile di Modena hanno potuto continuare ad occuparsi degli ospiti, ma gli interessati all’adozione non li potevano visitare. Grazie però alle videochiamate si è continuato a fornire supporto a tutte le persone intenzionate ad adottare: così un discreto numero di cani sono andati a casa subito al termine del lockdown. «Nonostante il cucciolo di taglia piccola resti in assoluto la tipologia più richiesta - ricorda Elisa - le persone stanno capendo che in molti casi anche un cane di taglia grande può adattarsi perfettamente in appartamento».


Al Punto&Virgola di Magreta, tra i 107 cani adottati nel 2020 annoveriamo 14 cuccioli, 81 adulti tra 1 e 9 anni, e 12 anziani oltre i 10 anni, mentre tra i 425 gatti adottati ci sono 329 gattini e 96 adulti e anziani. «Hanno trovato famiglia diversi nostri casi del cuore» nota Alice Perati, invitando gli interessati a prendere appuntamento al 3477933723 per i cani e al 3496700206 per i gatti. «Hanno trovato casa Wendy, epilettica con ernia cerebrale, Paco, incontinente e paraplegico, Jack Zampa, investito dalla sua ex famiglia e che ha subito una doppia operazione molto complicata. Ma anche Coki, displasica grave che abbiamo operato per impianto di doppia protesi d'anca».

Su Modena, ricordiamo la bella adozione di Alì, un cane di taglia grande di 12 anni di cui la metà passati in canile, segnato da un passato di maltrattamenti. Quella di Nero, un tredicenne rinunciato in canile dopo 10 anni di vita in famiglia e ancora quella di Pasqualino e Yang, due cani di taglia piccola affetti da atassia.

«A causa dell’emergenza sanitaria, possiamo accogliere le persone in struttura solo su appuntamento previa compilazione di un questionario conoscitivo via mail - spiega Elisa - chiunque volesse adottare un cane può contattarci sui social sia come Gruppo Argo che Canile Intercomunale di Modena oppure chiamarci allo 059 8635178». —

L.S.

© RIPRODUZIONE RISERVATA