Formigine Chiara e Francesca ereditano l’impero della mitica Zarina 

Le sorelle rilevano l’edicola del centro: «Siamo felicissime Vorremmo aiutare i giovani ad avvicinarsi alla lettura»

Stefania Piscitello

FORMIGINE. Il profumo della carta dei giornali, le riviste patinate, i libri di cucina, di storia e degli autori locali.


Mettendo piede nell’edicola di via Trento e Trieste a Formigine, al civico 16, nel cuore del centro, è questo quello che si respira dal giorno dell'inaugurazione, nel 1984. Un tempo, ad accogliere i clienti c’era “la Zarina”, i cui genitori avevano in precedenza in affitto un'edicola sempre in centro, e a cui poi si sono unite le socie Gabriella e Mirca (andata in pensione nel 2016).

Ma da qualche giorno, dietro al banco ci sono due volti nuovi. Chiara e Francesca Baldaccini sono due sorelle, poco più di cinquant’anni in due, e hanno provato a tuffarsi in quest’avventura, decidendo di acquisire l’edicola Maletti Zarina & C. che, adesso, si chiama “Il Chiosco del Bianconiglio”.

Francesca, che di anni ne ha ventitré, è sempre stata affascinata da questo mondo. «Anche da piccola ci andavo spesso – dice – e ho sempre adorato il profumo della carta. E poi a me piace leggere, scoprire nuove cose, amo la cultura in generale. Questo per me è il posto perfetto».

Il Chiosco è anche una libreria, con volumi di cucina, di viaggio, di storia locale. E, a tal proposito, le due, hanno in mente tanti progetti per il futuro per attrarre nuovi clienti: «Quando si potrà – prosegue Francesca – ci piacerebbe organizzare presentazioni con gli scrittori, anche per cercare di fare avvicinare i giovani come noi alla lettura».

Anche Chiara, trentenne, è entusiasta per questa nuova esperienza: «Sono una persona curiosa, ho sempre cercato di informarmi e di leggere riviste. Sono appassionata di montagna, ma leggo di tutto, amo la storia, soprattutto il periodo della seconda guerra mondiale. Lavorare in un posto in cui ci sono tutte queste informazioni mi piace, qui possiamo leggere di tutto».

Chissà se però le due sorelle troveranno il tempo per sfogliare riviste e giornali: l’edicola è frequentata da numerosi clienti, ed è un continuo viavai di gente.

«Siamo contente – dicono – arrivano persone di tutte le età ed è questo il bello. In questi giorni stanno passando tanti a salutarci e a darci sostegno. Ci hanno detto che sono felici di vedere due ragazze che si danno da fare. Ci teniamo a ringraziare Zarina e Gabriella che ci hanno insegnato tutti i trucchi del mestiere».

E se le due giovani confermano di essere ancora fedeli al cartaceo perché «è tutta un’altra storia poter toccare con mano le pagine di giornali e libri», stanno però cercando di dare un tocco di innovazione per attrarre anche i giovani.

«Abbiamo creato le pagine social - concludono - Sia su Facebook che su Instagram abbiamo pubblicizzato il calendario in dialetto di Formigine. E ha funzionato, è già venuta tanta gente nuova a chiederlo. Speriamo di continuare così, noi siamo pronte per quest’avventura tra la gente». —