Carpi, Sassuolo e Modena tra le 100 città europee con il maggior tasso di mortalità per polveri nell'aria

E'quanto emerge dallo studio condotto dall'università di Utrecht, dal Global health institute di Barcellona e dal Tropical and public health institute svizzero

MODENA Ci sono nove città dell'Emilia-Romagna tra le prime 100 nella classifica europea sul tasso di mortalità da polveri sottili. E'quanto emerge dallo studio condotto dall'università di Utrecht, dal global health institute di Barcellona e dal Tropical and public health institute svizzero. Piacenza è la prima città emiliano-romagnola al 25esimo posto, seguita da Ferrara (26), Carpi (33), Parma (38), Modena (50), Sassuolo (60), Bologna (73), Forlì (82) e Ravenna (89), a cui si aggiunge Rimini (161esima).

Un dato che allarma i 5 stelle in Regione. «Come ripetiamo da tempo - afferma la consigliera Silvia Piccinini- servono misure strutturali e collaborazione tra istituzioni a livello locale e centrale per superare in modo definitivo il problema della pessima qualità della nostra aria, che è ormai irrisolto da troppo tempo».

In particolare, sostiene Piccinini, «serve intervenire sui vari settori che concorrono all'inquinamento della nostra aria e sulle diverse fonti emissive, con determinazione e celerità». Per questo, afferma l'esponente M5s, «credo che anche all'interno del recovery fund debba trovare spazio lo stanziamento di risorse specifiche per affrontare in maniera strutturale questo problema»