Contenuto riservato agli abbonati

Pannelli caduti e infiltrazioni d'acqua: chiusa una scuola di Carpi

Le "Focherini" ancora con dei problemi dopo il distacco al soffitto di una settimana fa. Il sindaco: «Fare chiarezza»

CARPI Nuovi problemi, alla scuola media Focherini di via Magazzeno, dopo una settimana dal distacco di un pannello dal soffitto, mentre gli alunni stavano ascoltando la lezione in un’aula al primo piano. La classe in questione era stata trasferita in un’altra aula al piano terra.

Ieri, a causa della pioggia persistente di sabato notte, si sono verificate nuovamente infiltrazioni. Sono stati raccolti numerosi pannelli ed è stato necessario mettere i secchi persino all’ingresso per raccogliere l’acqua.


Il sindaco Alberto Bellelli, non appena appreso delle infiltrazioni, si è recato sul posto insieme all’assessore Marco Truzzi. E ha emanato un’ordinanza con cui si chiude la scuola per tre giorni. Le “Focherini” riapriranno giovedì, se la situazione verrà ri pristinata. Nel frattempo, è stata sospesa anche la Dad, come documenta la circolare diramata ieri mattina dalla preside a genitori e insegnanti. Il Comune ha disposto lavori sul tetto che dovrebbero risolvere il problema, ma se piove si è daccapo.

«Appena appreso che le scuole Focherini erano allagate mi sono recato sul posto con l’assessore Truzzi – afferma il sindaco Alberto Bellelli – La situazione era veramente complessa, le infiltrazioni d’acqua erano già arrivata al piano terra. La scuola è oggetto di un importante intervento di manutenzione e a una prima verifica sembrerebbe che la ditta incaricata abbia lasciato l’area del cantiere non in modo da garantire un adeguato isolamento, causando l’allagamento. Ho chiesto che si faccia chiarezza su quanto accaduto è si accertino le responsabilità. Chiederò anche che i disagi dovuti alla chiusura della scuola siano ridotti al minimo. Domani mattina (oggi per chi legge, ndr) ho convocato una riunione con l’assessore all’istruzione Dalle Ave insieme a quello ai lavori pubblici». I genitori sono preoccupati: «Vogliamo essere certi che i lavori servano davvero per impedire le infiltrazioni – chiede il papà di un alunno – Poi, non esiste che venga sospesa la Dad per tre giorni. Almeno domani e mercoledì le lezioni le devono fare».

«La controsoffittatura è costituita da pannelli quadrati che se si imbibiscono di acqua possono dare vita a una situazione come quella di stamattina – aveva spiegato la prof Manuela Ligabue, collaboratrice della preside, alla Gazzetta la scorsa settimana – Non sono pericolosissimi, perché sono leggeri. Da due mesi circa, invece, c’è il cantiere al primo piano che sta rifacendo il tetto. Purtroppo il lavoro è un po’ più rallentato».

Dura la posizione della capogruppo della Lega Federica Boccaletti: «Che la scuola si debba fermare per infiltrazioni d’acqua a seguito delle piogge è gravissimo: non essendosi verificate condizioni meteo straordinarie, mi sorge il dubbio che qui non sia stata effettuata un'adeguata manutenzione, nonostante per mesi le scuole siano rimaste chiuse e proprio le Focherini siano state interessate da lavori». —