Indirizzo sportivo

«Riesce ad entrare uno su tre Le aule sono finite»

Uno su tre ce la fa. Al liceo Tassoni è boom di domande: circa ottanta per accedere ai ventisette posti dell’indirizzo sportivo. «Il liceo ha scelto da sempre di non considerare i meriti sportivi - rivendica la preside Stefania Ricciardi - ritenendo che l’indirizzo debba essere aperto a tutti e non soltanto agli agonisti». Contano invece la residenza in provincia e la pagella di seconda media. In caso di ulteriore parità, si restringe il campo a materie d’indirizzo, matematica, scienze e scienze motorie. Ancora pareggio? Conta la seconda scelta. Stabili le domande per lo scientifico. «La Provincia ci ha comunicato di non avere aule a disposizione - conclude la preside - per il futuro dovremo fare conto solo sugli spazi attualmente disponibili».