Pievepelago. valanga al Lago Santo, morto un 33enne, in salvo altri due escursionisti. Sul Monte Cusna travolti tre modenesi

Erano usciti in tre per una gita nella zona del Monte Giovo, quando sono stati travolti dalla valanga. La vittima è Marcello Fiorentini di 41 anni. Sul Monte Cusna erano almeno tre le persone uscite invece per un tour quando sono stati sorpresi dalla massa di neve e ghiaccio

LAGO SANTO Tragedia durante un'escursione sul Monte Giovo nei pressi del Lago Santo.

Tre persone,due di Modena e uno a Scandiano nella mattinata di oggi 13 febbraio sono andati a fare una scalata nei canali del Monte Giovo.

Partiti dal rifugio Vittoria hanno iniziato a salire con piccozze e ramponi lungo il canale denominato Joe Condor nella zona del triangolo tra il Lago Baccio e il Monte Giovo.

Dopo essere saliti per circa 300 metri, lungo il canale sono stati travolti da una valanga.

Due di loro sono stati appena sfiorati dalla massa nevosa e sono riusciti a dare l’allarme al 112.

L'allarme è partito intorno alle 12.45 e sul posto è stata inviata  la squadra del Soccorso Alpino e Speleologico, stazione Monte Cimone, il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Abetone, l’elicottero 118 di Pavullo nel Frignano e l’ambulanza.

L’elicottero giunto in zona non è però riuscito ad arrivare sul posto a causa del forte vento e ha fatto scendere il personale più a valle. I tecnici e il medico dell’elicottero dopo aver indossato i ramponi hanno iniziato a salire.

Durante la salita hanno incrociato i due superstiti che stavano scendendo e due tecnici li hanno riaccompagnati al rifugio anche perché erano in stato di choc e molto infreddoliti, mentre gli altri hanno proseguito verso il punto del distacco dell valanga

Sono così iniziate le disperate ricerche . Immediatamente hanno iniziato sondare il manto nevoso fino a quando il corpo di Marcello Fiorentini 33 anni (e non 41 come diffuso in un primo momento) di Lama Mocogno con residenza a Modena è stato individuato sotto la neve ormai privo di vita.

I Tecnici del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, hanno avvertito il Pubblico Ministero per l’autorizzazione alla rimozione. Una volta estratto dalla neve il corpo è stato trasportato a valle fino al rifugio Vittoria di Pievepelago dove ad attendere c’erano i Carabinieri.

Una seconda valanga si è verificata sul Monte Cusna verso le 12.15. La massa di neve e ghiaccio ha travolto alcuni escursionisti. Si tratterebbe di una compagnia di un gruppo di  modenesi. Tre di essi sono stati investiti dalla caduta di neve e ghiaccio.

I soccorsi sono complicati dalla nebbia che non ha consentito l'intervento di un elicottero.

Verso il posto, vicino alla Costa delle Veline, a circa 1.900 metri di altitudine, i carabinieri delle stazioni di Collagna e Villa Minozzo, il soccorso alpino e i vigili del fuoco.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO