Contenuto riservato agli abbonati

Vaccino agli over 85, è subito boom: a Modena già 10mila prenotazioni

In un sol giorno (10 ore di attività) è stato raggiunto il 46% della popolazione compresa nella fascia d’età. In regione il 30

Daniele Montanari

Primo giorno di prenotazioni per il vaccino agli over 85 ed è subito boom a Modena: la nostra provincia in un sol giorno (10 ore di attività) ha raccolto la bellezza di 10.035 prenotazioni. Di fronte a un target di popolazione compreso in questa fascia di età di 22 mila persone è un 46% raggiunto in un baleno. Risultato ancor più degno di nota se si considera che a livello regionale la media è rimasta sul 30% (53.976 prenotazioni su un target di 178mila persone), comunque lo stesso notevole.


«Solo in queste poche ore abbiamo raggiunto quasi la metà degli aventi diritto previsti per queste prime due settimane - sottolinea Sabrina Amerio, direttrice amministrativa Ausl- e questo ci consente di essere ottimisti rispetto alla percezione dell’importanza di questa campagna da parte dei nostri cittadini. Non ci aspettavamo dei numeri così alti in un giorno solo, ma abbiamo fatto un lavoro di squadra sotto tutti i punti di vista. Alla luce di questi numeri il sistema ha decisamente retto, ma soprattutto i numeri confermano che i nostri anziani hanno aderito senza particolari timori e ciò significa anche che hanno fiducia nella campagna vaccinale e nel nostro sistema sanitario». Erano previsti quasi 12mila posti per le prime due settimane, ma dato il boom di richieste l’Ausl ha comunicato che già oggi ne verranno aperti altri per consentire a tutti di poter accedere alla campagna di somministrazione, che si svolgerà poi in sette sedi principali in provincia, cui si affiancano “giornate vaccinali dedicate” altre sedi secondarie, con cadenza variabile, per garantire l’offerta anche nei luoghi più distanti. Le prenotazioni si possono effettuare da casa al numero di telefono dedicato (059 2025333) e tramite i canali Cupweb/Fascicolo sanitario elettronico. Ma ci si può recare anche nei Punti unici di prenotazione Ausl e nei Corner salute Coop, così come nelle farmacie, che si sono confermate un canale gettonatissimo dai cittadini, a partire da Modena.

«Avevamo già 7-8 persone in fila prima dell’apertura alle 8 - sottolinea Marco Taddia della Farmacia Madonnina - il flusso si è allentato solo nel pomeriggio: in totale avremo fatto un’ottantina di prenotazioni». «Un po’ di fila all’inizio, ma tutto molto gestibile - conferma Riccardo Franzoni della Farmacia Sant’Omobono - le disponibilità partivano già da domani (oggi, ndr) nell’arco di 10 giorni». «Solo nella mattinata almeno 50 prenotazioni - nota Francesco Baraldini della Farmacia del Collegio - in gran parte da parte di anziani venuti di persona ma qualcuno anche su delega. Tutti soddisfatti dell’appuntamento ravvicinato».

Quadro sostanzialmente rilanciato anche in provincia: «Da noi è stato un assalto - osserva da Carpi Daniela Serafini della farmacia Del Giglio - una media di 10 persone all’ora, con date al massimo arrivate al 25-26 febbraio». «Anche da noi fila prima dell’apertura - ribadiscono dalla farmacia San Michele di Montale - poi per tutta la mattina una persona dietro l’altra». «Tutti hanno avuto una data ravvicinata, solo per Montefiorino si è arrivati all’8 marzo»- nota da Sassuolo Ercolina Brancaleone della farmacia Franzoni. «Almeno 80 prenotazioni - spiega da Vignola Vincenzo della farmacia Vittorio Veneto - situazione in verità non semplice da gestire a causa dell’apertura del Cup ancora parziale». «Gente di continuo dalla mattina - rilancia da Pavullo Lisa Vandelli della farmacia Beckmann - e le prime prenotazioni sono già per domani pomeriggio (oggi, ndr) qui a Pavullo». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA