Contenuto riservato agli abbonati

A Mirandola 650 dosi di vaccino anti-Covid al giorno nel circolo dove si ballava

Chiara Pignatti

«Le vaccinazioni sono la speranza per contrastare la pandemia». Pronuncia parole ricche di ottimismo il sindaco di Mirandola Alberto Greco all’inaugurazione dell’unico punto vaccinale della Bassa. La sede è all’ex circolo Aquaragia, in via Dorando Pietri 15. Greco interviene con i sindaci dell’Area Nord. «È stato un momento molto atteso - commenta Lisa Luppi, presidentessa dei Comuni dell’Area Nord - e altamente voluto da tutta la cittadinanza. Il punto vaccinale significa non solo curare le persone, ma anche prevenire l’insorgere del virus». Infatti il punto vaccinale dalla mattina di ieri accoglie gli anziani over 85 anni, i soggetti più esposti. Il motto della campagna è un invito inclusivo: “Nessuno si salva da solo”. Mary Guerzoni, coordinatrice del punto vaccinale di Mirandola, illustra l’organizzazione della struttura. «Occorre prenotare tramite Cup o gli altri canali attivati dall’Ausl - spiega Guerzoni - o nel punto prelievi. I volontari della Protezione civile e della Pubblica assistenza si occupano dell’accoglienza». Dopodiché si arriva nell’area dove si trova il personale amministrativo e anche un medico che verifica se il soggetto può essere vaccinato o se occorre rimandare la puntura per complicazioni. Se tutto è nella norma, un operatore socio-sanitario si occupa di accompagnare l’utente alla postazione: è il momento della vaccinazione. A questo punto, scatta il cronometro: un’etichetta permette di controllare l’attesa, che dura quindici minuti. «Nella struttura abbiamo una sala di diluizione con alcune infermiere e farmaciste - continua Guerzoni - in modo da controllare tutti i vaccini». Il centro vaccinale al momento prevede dalle 600 alle 650 vaccinazioni al giorno. Il centro ha una valenza distrettuale e copre una popolazione di 85mila persone. Previsti due turni di dodici ore con quaranta persone impegnate in sei postazioni. Saranno 1.080 le dosi settimanali previste fino a sabato 6 marzo. «Per ora siamo partiti con gli over 85 - conclude Angelo Vezzosi, direttore del distretto di Mirandola - ma da marzo vaccineremo le persone dagli ottant’anni in su». —


© RIPRODUZIONE RISERVATA