Carpi Tre vaccinazioni ogni 10 minuti e da lunedì si raddoppia

CARPI Da lunedì saranno sei per 230 dosi al giorno le postazioni al punto vaccinale del Ramazzini: il doppio delle attuali, che hanno consentito, finora, di vaccinare 500 residenti nelle Terre d’Argine. Una media di tre vaccini ogni 10 minuti per postazioni che lavorano a pieno ritmo dalla mezza alle 19 per iniettare il vaccino Pfizer.

I sindaci dell’Unione Terre d’Argine ieri hanno portato un saluto ai 30 operatori impegnati al Ramazzini, tra medici, infermieri, personale amministrativo e volontari.


«Il raddoppio delle postazioni è una risposta importante alla richiesta giunta in modo rilevante dalla fascia di popolazione target dell’attuale fase della campagna vaccinale, ovvero gli over 85enni – rimarca Stefania Ascari, direttrice del distretto Ausl di Carpi – Il punto vaccinale è stato allestito in poco tempo grazie alla disponibilità di tanti operatori sanitari, amministrativi e volontari che hanno risposto con entusiasmo alla chiamata. È un momento storico». A oggi sono oltre 17mila, infatti, le prenotazioni effettuate in tutta la provincia.

«Quella che ci troviamo ad affrontare – dichiara Alberto Bellelli, sindaco di Carpi – è una sfida organizzativa senza precedenti, vaccinare in tempi rapidi tutta la popolazione deve essere un obiettivo da perseguire senza tentennamenti, perché solo con la vaccinazione di massa usciremo dalla emergenza sanitaria, sociale ed economica. Voglio per questo ringraziare i volontari, gli operatori sanitari e tutti coloro che sono impegnati in questa campagna».

«È il tempo dell'efficienza e della grande speranza legata alle vaccinazioni – sottolinea Roberto Solomita, presidente dell'Unione Terre d'Argine – Questi sono i giorni dedicati a chi ha più di 85 anni, per questo sono particolarmente delicati e richiedono alti livelli di impegno e professionalità. Se l'Unione Terre d'Argine si presenta pronta a questa sfida è perché è forte di una rete di collaborazione costruita negli anni».

«Tutti i nostri cittadini si vaccinino», è l’appello della sindaca di Campogalliano, Paola Guerzoni. «Questa è la luce in fondo al tunnel», rimarca il primo cittadino di Novi, Enrico Diacci. —