Contenuto riservato agli abbonati

Medolla Sull’auto rubata con il lampeggiante I ladri fuggono, attrezzi sequestrati

MEDOLLA. Hanno notato la Renault Capture provenire da Modena e si sono insospettiti alla vista di quel lampeggiante arancione, tipicamente in uso ai mezzi pesanti. La polizia locale dell’Area Nord ha quindi pensato ad effettuare un controllo, ma l’auto sospetta non si è fermata, anzi ha dato velocità e ha cercato di fuggire sul Canaletto. Gli agenti hanno perciò allertato i carabinieri di Medolla e Cavezzo, provvedendo a dare la caccia all’uomo senza però riuscire ad intercettare i tre banditi che si sono dileguati nei campi. In compenso è stato possibile evitare le azioni predatorie che la banda aveva in programma. Sull’auto rubata a Modena erano infatti già state montate due targhe “pulite” sottratte a Verona. Era il primo escamotage per non destare sospetti. Ma a bordo c’erano soprattutto diversi attrezzi da cantiere: una mazzetta, tronchesi, cacciaviti e piedi di porco. E al perfetto kit del ladro non poteva mancare il lungo cave e anche una manichetta, solitamente utilizzata per legare le colonnine self service dei benzinai per sradicarle. Tutto il materiale è stato sequestrato alla pari della Renault che sarà poi riconsegnata al proprietario. —