Oggi l’addio a Beppino «Senza di te il paese non sarà più lo stesso»

Polinago. Sarà sicuramente intensa stamattina la partecipazione al funerale di Giuseppe “Beppino” Tomei (qui in foto elaborazione Manfredini), storico calzolaio di Polinago spentosi giovedì a 90 anni. La cerimonia si svolgerà alle 10 nella chiesa parrocchiale, seguirà tumulazione nel cimitero locale. Beppino, soprannominato così per la sua corporatura minuta, è stato per una vita anima del paese con il suo negozio di scarpe che negli anni è sempre stato molto di più di un’attività commerciale: un riferimento in cui trovare sempre qualcuno disponibile ad ascoltare, parlare e anche incoraggiare. Su quel che succedeva in paese, e sulla vita in generale. Il centro di Polinago non sarà mai più lo stesso senza di lui. Ma quell’insegna “Calzature G.Tomei”, dove ha continuato a lavorare fino a poche settimane fa (imparò il mestiere a 13 anni a Lama Mocogno, dove andava a piedi, da Gino Torelli) continuerà a rimandare ricordi indelebili.

«Ci lasci a 90 anni, dopo una vita vissuta in pienezza, sempre attenta agli altri, a noi. Il tuo negozio era una piccola grande certezza per Polinago, per tutti noi» sottolinea il figlio sindaco Gian Domenico Tomei. Giuseppe è stato anche consigliere comunale, presidente Lapam e instancabile promotore dell’associazionismo. «Con lui se ne va, letteralmente, un pezzo del paese» rimarca il segretario generale Lapam Carlo Alberto Rossi. «Il suo negozio in centro - ricorda Romana Pollacci, segretaria Lapam Frignano - oltre a essere un punto vendita, era anche un punto di incontro per le persone che si fermavano sempre per scambiare due chiacchere con Beppino e la moglie Gemma. La sua scomparsa lascia tutti più soli». —


D.M.