Modena. Furbetto del cashback fa 7 rifornimenti da 50 centesimi l’uno. Lite con chi è in coda

MODENA I furbetti del cashback colpiscono ancora al distributore, stavolta in città. È successo ieri pomeriggio nella stazione di servizio Tamoil di viale Ciro Menotti. Un uomo si è fermato con la macchina e, carta di credito alla mano, ha effettuato in pochi minuti sette rifornimenti lampo: ognuno da 50 centesimi. Sette andate e ritorno dalla colonnina self service alla pompa e quindi al serbatoio del proprio mezzo. Un andirivieni che - dai due, dai tre, dai quattro, dai cinque - ha abbastanza innervosito un altro automobilista in attesa di poter fare invece un rifornimento vero. Dapprima ha pensato a un problema con il sistema elettronico, poi quando si è accorto che si trattava di una furbata si è spazientito forte, invitando quello davanti a concludere perché c’era chi aveva bisogno davvero del servizio.

L’atmosfera si è surriscaldata, al punto che è dovuta intervenire la Volante della polizia per sbollire gli animi. Con il cashback lo Stato punta a premiare i cittadini che effettuano più pagamenti con carte di credito o bancomat, con un super premio appetibile: 1.500 euro ogni sei mesi ai primi 100mila. Solo il 9 febbraio in un distributore di Mirandola le telecamere di sorveglianza avevano documentato un furbetto che aveva fatto 15 rifornimenti da un euro in 13 minuti. —