Soliera. Ladri sfuggono a controlli dei carabinieri e finiscono con l’auto rubata sui binari

Il treno frena appena in tempo. Un’altra banda svaligia le Gallerie per migliaia di euro e butta l’estintore contro la guardia

CARPI Hanno commesso un furto a bordo di un’auto rubata, poi, sorpresi dai carabinieri durante un controllo, si sono lanciati in un folle inseguimento. Nel tentativo di sfuggire ai militari, hanno imboccato una via di campagna, laterale alla ferrovia, e l’auto si è arenata sui binari, a quattro chilometri di Carpi, in prossimità di Soliera.

Erano quasi le 20 di lunedì sera, quando i carabinieri della stazione di Soliera, nel corso di un servizio esterno, si sono imbattuti in una Mercedes classe A con a bordo tre persone.


Alla vista dei militari, il conducente ha accelerato, lanciandosi in una fuga precipitosa finendo con il veicolo sui binari della linea ferroviaria Modena- Mantova. Qui, il mezzo è stato abbandonato sui binari. I tre, rivelatisi poi dei malviventi, hanno fatto perdere le proprie tracce, dileguandosi nelle campagne vicine alla ferrovia.

I carabinieri di Carpi hanno immediatamente segnalato il pericoloso ostacolo alle Ferrovie che sono riuscite giusto in tempo ad avvisare il macchinista e far fermare il convoglio.

Sulla Mercedes, risultata rubata grazie ai successivi accertamenti, sono stati ritrovati numerosi attrezzi atti allo scasso, tra i quali piedi di porco, flessibili e altro, oltre ad alcuni monili in oro, quasi certamente provento di un furto.

Se l’auto non ha provocato danni materiali alle infrastrutture ferroviarie, tanto che non è stato necessario l’intervento dei tecnici, ne ha creati, invece, alla tratta, già segnata da una circolazione spesso complicata da ritardi e cancellazioni. Il traffico è rimasto sospeso dalle 19.58 fino alle 22.40, quando il veicolo è stato rimosso. Nel dettaglio, l’auto, prima di finire la folle corsa a ridosso dei binari, è andata fuori strada dopo aver saltato un fossato, lungo la via parallela alla ferrovia.

Il convoglio che stava arrivando è un locomotore isolato appartenente a una compagnia privata estera, con soltanto il macchinista alla guida a bordo. Il locomotore si stava dirigendo da Verona a Quattroville per uno spostamento di servizio. Il coordinatore della circolazione lo ha fermato prima che arrivasse all’altezza del punto in cui si era arenata la Mercedes.

È stato attivato subito il servizio sostitutivo per i passeggeri della Modena-Carpi e si sono predisposte alternative per i treni lunga percorrenza. I ritardi sono quantificabili fra i 30 e i 50 minuti per il Frecciargento e i tre regionali. Inoltre, sono quattro i treni regionali cancellati e altrettanti che sono stati eliminati parzialmente.

FURTO ALLE “GALLERIE”

Poche ore dopo una seconda banda di ladri, alle 2 della notte fra lunedì e ieri, ha sfondato la porta laterale del Tigotà del centro commerciale “Le Gallerie”. È suonato l’allarme, ma questo non ha dissuaso i quattro ladri dal rubare profumi da donna per diverse migliaia di euro e infilarli nei bidoni neri dell’immondizia. Durante la fuga, uno dei quattro ha lanciato un estintore contro l’auto della guardia giurata. I quattro sono fuggiti lungo i binari. Indagano i carabinieri.