Ausl Modena, recarsi in Pronto Soccorso solo in caso di urgenza

È quello che chiede alla cittadinanza l'Ausl di Modena alla luce dell'aumento degli accessi registrato negli ultimi tempi.

MODENA Al Pronto Soccorso solo in caso di urgenze non rimandabili, infortuni sul lavoro, patologie traumatiche. È quello che chiede alla cittadinanza l'Ausl di Modena alla luce dell'aumento degli accessi registrato negli ultimi tempi. «Rinnovo l'appello già fatto alcuni mesi fa - dice il direttore del dipartimento di Emergenza-Urgenza, Stefano Toscani - non andate in Pronto soccorso se la situazione non è realmente grave, non accedete per velocizzare l'iter di approfondimenti diagnostici né per cercare di abbreviare l'eventuale richiesta di tampone, perché tali comportamenti mettono in crisi la capacità di risposta dell'intero sistema. Occorre che i nostri cittadini scelgano, e soprattutto rispettino, il percorso più adeguato per la loro patologia». L'azienda sanitaria modenese, inoltre, invita a non accedere al Pronto Soccorso, e tantomeno in altre strutture sanitarie anche in caso di visite prenotate - in presenza di febbre superiore ai 37,5°C o altri sintomi sospetti associabili al Covid-19. In caso di sintomi sospetti, viene sottolineato, occorre restare a casa e non recarsi in Pronto Soccorso o altre strutture sanitarie ma contattare il proprio medico o pediatra o la guardia medica mentre il 118, secondo l'Ausl di Modena, va contattato solo in casi di comprovata gravità.