Modena. La “febbre dei prof”, niente allarmismi: «Normale reazione dopo il vaccino»

Prosegue la campagna vaccinale del personale scolastico con Astrazeneca 

MODENA Febbre dopo il vaccino? Nessun allarmismo, si tratta di una reazione che può presentarsi in alcuni casi.

E infatti una parte dei docenti ha segnalato di aver avuto la febbre dopo essere stata sottoposta al vaccino Astrazeneca, quello riservato agli under 65 senza patologie gravi. L’aumento della temperatura è stato un sintomo accusato anche con Pfizer, specie dopo la seconda dose.


Non bisogna preoccuparsi, però, come spiega il dottor Giovanni Casaletti direttore dell’Igiene pubblica dell’Ausl di Modena: «Come per altri vaccini, anche la somministrazione di vaccini contro il Sars-CoV-2 ha lo scopo di attivare il nostro sistema immunitario e conseguentemente può indurre la comparsa di disturbi che si manifestano nelle ore immediatamente successive alla somministrazione. Si tratta di sintomi che poi generalmente regrediscono in modo spontaneo. I più comuni possono consistere in modeste reazioni locali nel sito di inoculo oppure in disturbi più generali quali sensazione di stanchezza o malessere, mal di testa, brividi con sensazione di febbre. Più raramente sono stati segnalati modesti rialzi febbrili o disturbi gastrointestinali. In un numero molto ridotto di casi la persona vaccinata può segnalare al proprio medico di fiducia un ingrossamento di linfonodi, prurito o eruzione cutanea».

Il dottor Casaletti ci tiene a sottolineare come ci sia estrema fiducia da parte della popolazione: «L’elevata adesione finora registrata alla campagna vaccinale in corso sta a testimonianza che operatori sanitari e concittadini sono ben consapevoli che, pur nell’eventualità di possibili disturbi di breve durata, la tutela derivante dalla vaccinazione contro Covid-19 costituisce un importante strumento di tutela nei confronti di questa malattia di cui tutti conosciamo i possibili e non rari danni alla salute».

Dunque nessuna paura e massima fiducia. D’altronde i sintomi accusati dagli insegnanti sono gli stessi che anche gli operatori sanitari hanno dichiarato di aver avuto dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer. —

GIB

© RIPRODUZIONE RISERVATA