Contenuto riservato agli abbonati

Modena / Torrenova. Gabriele “Gabbo” Gaiba lo youtuber di culto da 2 milioni di follower

Tra le tante attività commerciali della zona ce n’è una che spicca per originalità. È quella di Gabriele Gaiba, al secolo, per il popolo del web, “Gabbo” che di professione si definisce “intrattenitore digitale”, comunemente detto youtuber, una tipologia di lavoro che sempre più si sta diffondendo anche nel nostro Paese ma che ancora non è stata riconosciuta come professione vera e propria. «E’ incredibile come alla mia attività non sia ancora stato attribuito un codice Ateco – lamenta il seguitissimo YouTuber modenese che vanta più di 2 milioni di followers- io ho dovuto aprire una Partita Iva generica per correttezza e per intestarmi un ufficio in cui ho allestito il mio studio di registrazione, ma non sarei stato obbligato. Questo mi sembra scorretto in quanto è una professione che andrebbe assolutamente regolamentata per evitare frodi, furbetti e giri di soldi in nero».

Gabbo iniziò a credere in questo lavoro già nel 2011 e con grande passione e tenacia è riuscito ad essere uno degli YouTuber più seguiti del momento.«Parlo in generale della mia vita, dei miei interessi, pubblicizzo prodotti e approfondisco con video tutorial i videogiochi più cool del momento- spiega - ma ultimamente, da quando ho deciso di trasferire il mio studio fuori di casa per una maggiore conciliazione del tempo famiglia - lavoro, mi sono buttato sulla piattaforma streaming "Twich», uno spazio virtuale specifico per “gamer” che offre grandissime possibilità. Con il Covid e relativi lockdown, Twich è decollata. Questa piattaforma, utilizzabile solo per le dirette streaming di videogiochi, registra da parte degli utenti appassionati davvero un altissimo indice di gradimento offrendo una facile possibilità di interazione continua e immediata durante il suo utilizzo». —


P.D.

© RIPRODUZIONE RISERVATA