Comune, con le pratiche online meno burocrazia più sicurezza

L’assessore Muzzarelli: «Standard unificati per la modulistica. Nuovo server» «Alta velocità di trasmissione e grande salto in avanti nella digitalizzazione»

pavullo. Il Comune promette lo snellimento delle pratiche burocratiche,il miglioramento dell’efficienza amministrativa con i documenti lavorati solo sugli schermi dei computer; tutto questo porterà come effetto secondario pure un risparmio di carta.

«Sono questi gli obiettivi della giunta per digitalizzare gli atti amministrativi e i certificati - puntualizza l’assessore Gian Luca Muzzarelli - Avremo standard unificati per la modulistica in un contesto di migliorata sicurezza informatica. L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di mantenere aggiornati i sistemi di elaborazione dati».


«Dopo avere sostituito alcuni computer è stata fatta una ricognizione della struttura della rete e si è realizzata, sempre ai fini della sicurezza e della semplicità, la divisione in comparti della rete informatica comunale, per evitare la trasmissione di virus. A fine 2019 sono stati acquistati un nuovo server e un’ apparecchiatura che conserva e mantiene in memoria i dati, capace di un’alta velocità di trasmissione».

Nel dettaglio è costituita da dispositivi di memoria che permettono accessi a banche dati interne che verranno a costruirsi con il tempo. Al tempo stesso su questo clustersono installati i diversi server dell’ente.

«In pratica un enorme salto in avanti nella digitalizzazione dei servizi del Comune - sottolinea soddisfatto l’assessore Muzzarelli - Il rinnovamento del sistema informatico continuerà per tutto il 2021 prevedendo la riorganizzazione delle modalità di conservazione dei dati.

Al tempo stesso verrà attuato un sistema di salvataggio in caso di incidenti o incursioni da parte di pirati informatici che cercheranno di danneggiare la rete dei dati. Sempre per la sicurezza informatica verranno valutati anche sistemi di salvataggi esterni al Comune».

Cosa cambia dunque per il cittadino? «Il piano di informatizzazione del Comune - replica - sarà accresciuto tramite una piattaforma di gestione delle istanze on-line, integrabile con SPID e con i sistemi di protocollo, completamente personalizzabile e che fornisce un database di moduli già pronti al riuso».

Il primo utilizzo sarà per la presentazione e raccolta delle domande di iscrizione al nido comunale e successivamente si aggiungeranno istanze di diversi servizi comunali (scuola, cultura, sport, urbanistica, Urp....)-

Su questi servizi online si potranno in seguito attivare notifiche e pagamenti tramite l’App “IO”.

Un dettaglio importante da tenere a mente. Già da due mesi è attivo in Comune uno sportello per il rilascio dello SPID (Servizio Pubblico di Identità Digitale) tramite servizi forniti direttamente da Lepida, società partecipata dal Comune di Pavullo.

Le istruzioni per ottenere l’identità SPID-LepidaID si trovano sul sito del Comune http://www.comune.pavullo-nel-frignano.mo.it —