Maranello, Centro Massaggi e clienti fanno il pieno di maxi multe

L’attività a Pozza non poteva restare aperta in questi giorni di restrizioni I clienti bloccati all’uscita dalla Polizia Locale. Raffica di sanzioni da 400 euro

MARANELLO. Avevano notato uno strano viavai, sabato, i residenti di Pozza, nella zona della rotatoria sulla Nuova Estense. Persone che entravano e uscivano da un palazzo in cui si trova un centro massaggi che, a volte, magari in atteggiamenti un po’ furtivi, si guardavano intorno e poi, di corsa, si allontanavano in macchina per la paura di essere visti. Ma gli occhi attenti dei cittadini li hanno notati: proprio da alcuni di loro è partita la segnalazione alla Polizia Locale.

Così, dopo la chiamata, i vigili hanno iniziato a monitorare la situazione già da sabato con alcuni sopralluoghi. Nella zona però ci sono altre attività che, da Dpcm, possono rimanere aperte, come negozi che vendono frutta e verdura, e dunque il primo giorno è stato un po’ più complesso rendersi esattamente conto della situazione. Le persone che entravano nel condominio, nel centro massaggi, o che erano lì per fare regolarmente acquisti si confondevano.

La svolta, però, è stata lunedì. Gli agenti, infatti, hanno deciso di appostarsi per qualche ora in borghese davanti all’edificio con due pattuglie, cercando di intercettare i possibili clienti del centro massaggi, facilitati, nell’operazione, anche dalla minore presenza di viavai nei negozi adiacenti. Ecco quindi che sono scattate delle maxi-multe.

Iniziando a fermare all’uscita dal condominio le persone – il centro massaggi in questione si trova appunto all’interno del palazzo – gli agenti hanno appurato che, alcune di queste, erano appena state proprio lì. Infatti, c’è chi ha ammesso la colpa e chi, invece, è stato visto uscire proprio dalla porta dell’attività e, quindi, non ha potuto negare.

Per tutti, è scattata una multa da 400 euro. Sanzione anche per il titolare, sempre da 400 euro, perché, da Dpcm, l’attività non può restare aperta. I vigili hanno disposto inoltre la chiusura per cinque giorni – ma comunque, fino al 6 aprile, il centro non potrà riaprire i battenti. In questi giorni la polizia locale sta effettuando controlli capillari su tutte le attività presenti sul territorio maranellese, per verificare che queste stiano rispettando tutte le chiusure e le norme di sicurezza da adottare: sarebbero quindi arrivati anche al centro massaggi in questione ma, l’occhio vigile dei cittadini, ha sicuramente accelerato l’intervento. —