Contenuto riservato agli abbonati

Maranello. Rifiuti abbandonati, sedici persone multate con le telecamere

I due nuovi dispositivi permettono di registrare i responsabili Le immagini hanno anche agevolato un’indagine per furto

Stefania Piscitello

maranello. C’è chi ha abbandonato immondizia su suolo pubblico e chi invece, forse dopo aver rinnovato casa, ha pensato bene di scaricare il frigorifero o addirittura delle porte. Devono anche aver faticato per portare quegli ingombranti in quei punti che ritenevano sicuri, lontani da occhi indiscreti. Credevano di farla franca, ma non sapevano che ad osservarli c’erano le due nuove telecamere mobili attive sul territorio maranellese e utilizzate dalla Polizia locale per contrastare gli abbandoni di rifiuti, ingombranti compresi, e per multare i cittadini responsabili di conferimenti irregolari nei cassonetti.


Funzionanti da poche settimane, in un primo periodo di sperimentazione, i due occhi elettronici hanno permesso agli agenti di elevare già sedici sanzioni per un totale complessivo che sfiora i 3600 euro.

D’ora in avanti i trasgressori non avranno vita facile non solo perché le sanzioni sono tutt’altro che irrisorie (comprese le spese di notifica, oscillano tra i 122 e i 318 euro), ma proprio per l’aspetto “mobile” di questi nuovi dispositivi.

«Le nuove telecamere verranno piazzate di volta in volta in punti sempre diversi del territorio – spiega Elisa Ceresola, comandante della Polizia locale – selezionati anche in base alle segnalazioni che ci arrivano dai cittadini e dai gruppi di controllo di comunità. È un tema molto sentito dalla collettività, e l’alta definizione delle immagini garantita dai dispositivi, dotati anche di visore notturno, favorirà l’identificazione di chi compie questi gesti».

Le videocamere hanno quattro diverse ottiche: ciò permette di coprire altrettante direzioni visive e di riprendere gran parte dell’area. Possono quindi essere utilizzate anche come telecamere di sicurezza. Un esempio? Un dispositivo ha ripreso il furto di una borsetta da un’auto in sosta vicino a un cassonetto, e le immagini hanno fornito un importante supporto alle indagini.

In aiuto agli agenti c’è poi una particolare tecnologia di cui sono dotati i nuovi occhi elettronici, che in pratica inviano alla Polizia locale solo i frammenti video in cui sono rilevati movimenti: in tal modo vengono selezionate solo le scene “utili” rispetto a quelle riprese tutto il giorno. «Questo investimento – conclude il sindaco di Maranello Luigi Zironi – si aggiunge a quelli già effettuati in precedenza su tutto il territorio. Attualmente possiamo contare su 59 videocamere di sicurezza e su 12 varchi dotati di Targa System». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA