Contenuto riservato agli abbonati

Analisi dei numeri: L’Emilia Romagna  rischia il rosso fino al 20 aprile

Calano i ricoveri ma è difficile tornare arancioni prima di quella data. Vaccini: questo mese Modena ne avrà 123.830

Difficile fare previsioni su quando l’Emilia Romagna tornerà arancione. L’unica certezza è che sicuramente il passaggio nella fascia con minori restrizioni non avverrà da martedì. L’obiettivo sarebbe quello di arrivare al prossimo monitoraggio, previsto per venerdì 9, con i numeri “in ordine” per avere l’ok al passaggio in arancione da lunedì 12, ma l’Emilia Romagna è sul filo del rasoio. E vediamo il perché.

L’indice di contagio Rt è sceso fino a 0,83, un dato ottimo considerando che per diventare arancioni è sufficiente essere al di sotto dell’1. Il punto debole resta l’occupazione dei reparti ospedalieri, che continua a scendere ma non abbastanza velocemente. Agenas registrava un’occupazione al 50 per cento per le Terapie intensive e al 51 per gli altri reparti Covid. Per poter passare in fascia arancione occorre essere al di sotto del 30 e del 40 per cento. Traguardo ancora lontano.


«Mi auguro - ha detto il presidente Stefano Bonaccini – che questa settimana sia un’altra di calo per cercare di tornare arancioni il prima possibile». Il 12 aprile o (al momento più probabilmente) il 20 di aprile.

arrivano vaccini

Le dosi di vaccino che saranno consegnate all'Emilia-Romagna entro la fine di aprile (le prime 384mila già a inizio della prossima settimana) sono oltre 820mila (823.500), il quantitativo più alto fornito finora, con un aumento superiore al 75 per cento rispetto alle dosi di marzo. Queste nuove forniture permetteranno di arrivare già dalla prossima settimana almeno a 30mila somministrazioni al giorno rispetto alle 20mila attuali. Le 823.500 dosi che arriveranno sono così suddivise: Pfizer 590.850 pari al 71,7% del totale, poi AstraZeneca 188.760 dosi che equivalgono al 23% e Moderna 43.980 dosi, il 5,3%.

Saranno così suddivise sul territorio: 54.960 dosi a Piacenza, 81.930 a Parma, 88.740 a Reggio Emilia, 123.830 a Modena, 168.320 a Bologna, 24.480 a Imola, 71.570 a Ferrara e 209.670 per la Romagna. Sui tempi delle consegne, per 384.020 dosi l’arrivo è previsto all’inizio della prossima settimana, a partire dal 5 aprile quindi, per ulteriori 151.620 all’inizio di quella successiva, indicativamente il 12, per 163.840 il 19 aprile, e infine altre 124.020 dosi sono attese per il 26 aprile.

il bollettino

Ieri a Modena e provincia i nuovi positivi sono stati 343, con un ricovero in terapia intensiva e 13 negli altri reparti Covid. Sono stati comunicati dalle autorità sanitarie otto decessi: un 80enne di Sassuolo, una 93enne di Concordia, un 87enne di Modena, una 86enne di Maranello, un 61enne di Modena, un 79enne di Carpi, una 96enne di Finale e una 95enne di Modena. I nuovi guariti sono stati 320. In Emilia Romagna i nuovi casi sono stati 1.830 su 30.248 tamponi. I decessi sono stati 56.

Nel Modenese sono state somministrate complessivamente 154.460 dosi di vaccino, di cui 102.831 prime dosi e 5 1.629 seconde dosi. Immunizzato dunque l’8,6% della popolazione modenese avente diritto al vaccino.

GIB

© RIPRODUZIONE RISERVATA