Contenuto riservato agli abbonati

Fiorano. Il sorriso dei “Teletubbies” fa svanire la paura dei bimbi

Lineti, Nostrini, Gherardi e Generali al “drive through” per i tamponi dei più piccoli «Travestiti da personaggi televisivi regaliamo matite e incoraggiamo all’esame»

Stefania Piscitello

FIORANO. Nei giorni scorsi i bimbi che hanno fatto tappa ai drive through di Fiorano e Pavullo per il tampone hanno fatto il pieno di emozioni. Ad accoglierli hanno trovato due personaggi molto speciali. Laa-Laa e Dipsy, due dei protagonisti de “I Teletubbies”, una serie televisiva per bambini che va in onda ormai dalla fine degli anni Novanta ma che ancora oggi continua ad essere seguitissima. Un’iniziativa che ha permesso ai bambini di affrontare con un sorriso l’attesa e il momento del tampone. Tutto è partito circa un mese fa al drive di Pavullo, da un’idea dell’infermiere del 118 Ivan Lineti con l’aiuto del negozio “Castiglia Giocattoli”, che ha trovato in poco tempo supporto da altri gruppi e associazioni. Infatti oltre all’animazione dei tanto amati Teletubbies, il progetto prevede piccoli doni da destinare ai bimbi in modo da distrarli e rendere più sopportabile un momento che può essere carico di tensione. «Quando ho saputo del progetto – racconta Davide Nostrini, giovane consigliere di Maranello e volontario in Avap – ho pensato fosse interessante. Ho chiesto a Ivan se avesse intenzione di portarlo in altri drive e lui mi ha spiegato che da solo non ce l’avrebbe fatta, perché dietro c’è un’organizzazione abbastanza impegnativa tra autorizzazioni, fornitori. L’Ausl ci ha aiutato tanto. Io conosco molte persone e mi sono offerto di dare una mano». E così Davide ha coinvolto la rete di ragazzi e cittadini attivi e associazioni che conosce, oltre al negozio maranellese “Nuvole di carta”. Anche il “Team enjoy” guidato dal presidente Nicola Ortugno si è unito al progetto. Un’associazione, questa, che da tempo lavora con sanità e bambini. Un vero e proprio gioco di squadra: una squadra a cui si sono uniti poi Luca Gherardi e Alessia Generali che hanno indossato i costumi dei Teletubbies, grazie al coordinamento con Federica Ronchetti direttore del distretto sanitario di Sassuolo e Gabriele Romani Responsabile della Direzione medica dell'o spedale di Pavullo. Alessia era vestita da Dipsy, Luca da Laa-Laa: insieme hanno donato ai bimbi le matite raccolte da Davide, Nicola e Ivan. Sono state raccolte ottocento matite in totale. Davide ne ha ricevute da “Nuvole di carta”, Nicola è riuscito a raccoglierle grazie al Team Enjoy. «Il negozio Castiglio Giocattoli – dice Ivan – è stato fondamentale donando centinaia di matite e per questo lo ringrazio». Tra l’altro, le matite erano tutte imbustate, una per una: «Ad aiutarci – racconta Nicola Ortugno – ci hanno pensato alcuni ragazzi delle scuole». I bambini arrivati in molti casi un po’ intimoriti, spesso anche in lacrime, non appena si sono ritrovati davanti quelle mascotte che sono abituati a vedere sul piccolo schermo quasi non ci credevano. Allora la paura è svanita all’improvviso: e quei doni, arrivati grazie a una catena di solidarietà formata dall’ideatore dell’iniziativa Ivan, dal coordinatore, da tutta la squadra, dalle attività che hanno donato e dai ragazzi che hanno fatto i pacchetti regalo, non hanno fatto altro che asciugare definitivamente quelle lacrime. Portando infine un po’ di sollievo ai genitori, naturalmente già in apprensione per i propri bambini. Nelle prossime settimane previa autorizzazione dei direttori generali di ogni distretto l'iniziativa farà tappa a Vignola a Modena e nella Bassa: le matite sono già state raccolte. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA