Contenuto riservato agli abbonati

Modena. Spaventoso schianto in Strada Contrada: paura per due giovani

Feriti un 25enne e una 24enne che è stata operata Entrambi sono fuori pericolo ma ne avranno per 40 giorni

Spaventoso incidente ieri pomeriggio in Strada Contrada, rimasta chiusa per due ore per i soccorsi e i rilievi.

È successo verso le 16.30 all’altezza del civico 36, a 200 metri circa dall’intersezione con la Giardini, nel tratto a semicurva poco prima del passaggio a livello del Gigetto. Per cause in accertamento da parte della Polizia Locale di Modena, un suv che viaggiava in direzione Giardini si è scontrato frontalmente con un’utilitaria Citroen C1 che veniva in senso opposto. L’urto è stato violentissimo (il pesante suv si è girato su se stesso) e ha distrutto la parte anteriore di entrambi i mezzi, dove sono scoppiati tutti gli airbag. L’utilitaria in particolare si è accartocciata in modo impressionante, tanto che per estrarre la ragazza alla guida, una 24enne di Modena (A.Z. le iniziali), è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Danni anche a una terza auto che era parcheggiata in quel punto ed è stata colpita nel rimbalzo dello scontro.


Sul posto per i soccorsi ambulanza e automedica 118 e l’Avap di Maranello: ferito con pluritraumi anche il conducente del suv, il 25enne A.C., anche lui di Modena. Entrambi sono stati portati a Baggiovara: la ragazza è stata subito sottoposta a un intervento chirurgico per la frattura a un femore, mentre al ragazzo sono state riscontrate altre fratture toraciche. Entrambi sono stati ricoverati: nessun pericolo di vita, ma ci vorrà tempo per il recupero, data la prognosi di 40 giorni per tutti e due. Le cause del sinistro sono in corso di accertamento da parte degli agenti: dai primi riscontri pare che ci sia stata un’invasione di corsia da parte del suv a causa di una sbandata dell’auto che lo precedeva. Sicuramente ha influito anche la visibilità condizionata dalla fitta pioggia che scendeva in quel momento. Sul luogo dell’incidente sono arrivati anche i genitori dei ragazzi, sconvolti alla vista dei mezzi distrutti che hanno fatto pensare in un primo momento a un esito tragico.

Le operazioni di soccorso e di rilievo, complicate dalla pioggia, si sono concluse verso le 18.30: per evitare lunghe code su un’arteria sempre trafficata la polizia Locale ha predisposto un percorso alternativo che ha permesso di contenere i disagi. —

D.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA