Contenuto riservato agli abbonati

Savignano. Giocano in casa: quattro fratellini restano intossicati

Ancora non sono chiari i motivi, forse la vernice sulle pareti o il troppo tempo passato nella stanza rimasta chiusa Sono ricoverati al Policlinico

Elena Pelloni

Savignnano. Quattro bambini sono stati trasportati ieri sera al Policlinico, in condizioni non gravi, dopo che avevano manifestato sintomi di intossicazione da monossido. È accaduto a Doccia di Savignano, intorno alle 18. I quattro bambini stavano trascorrendo il pomeriggio giocando in una sala della casa, in cui tutti gli infissi erano chiusi a causa del freddo. La mamma, che stava svolgendo alcuni lavori in casa, è ripetutamente entrata e uscita dalla sala dove erano i bambini durante tutto il pomeriggio, per controllare che non si facessero male. Intorno alle 18, quando si è recata un’ultima volta nella sala in cui stavano giocando i quattro bambini, si è accorta di quanto stava accadendo: seppur vigili, i bimbi sembravano soffrire di mancanza d’ossigeno. Allarmata, la madre ha subito chiamato il 118, che si è tempestivamente recata sul posto. Successivamente, sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Sassuolo e i carabinieri di Vignola. La squadra di Sassuolo non ha rilevato anomalie nell’abitazione. Nessuna traccia di fughe di gas o di perdite di monossido: il riscaldamento, tra l’altro, non era in funzione. Probabilmente, la vernice stesa qualche giorno prima sui muri può aver provocato questa sensazione di svenimento nei bambini, i quali non hanno comunque mai perso conoscenza. Un’altra possibile spiegazione, emersa dopo i primi rilevamenti, darebbe la colpa di quanto accaduto a qualche macchina parcheggiata fuori a motore acceso. O, più semplicemente, al numero di ore trascorse dai bambini a giocare in una sala chiusa. Serviranno comunque ulteriori indagini prima di poter individuare il motivo del lieve malore. I bambini sono stati trasportati in via precauzionale al Policlinico: lì sono stati sottoposti ad alcuni accertamenti. —


© RIPRODUZIONE RISERVATA