Fibra ottica, telecamere e verde «Investiamo per Colombaro»

Il sindaco Costi fa il punto sul progetto entrato nel vivo e finanziato dalla Regione «Lavori al parco di via Panaro e controllo del territorio. Poi toccherà a Magreta»

Stefania Piscitello

Formigine. Se ne parlerà nel prossimo consiglio di frazione di Colombaro fissato per giovedì che si terrà online in contemporanea con quello di Corlo, e probabilmente sarà uno dei temi che terranno maggiormente banco nel corso dell’incontro. La questione è infatti molto sentita da cittadini e per questo il sindaco di Formigine Maria Costi coglierà l’occasione per aggiornarli su come sta procedendo il progetto “Colombaro al centro: azioni integrate per la sicurezza e la connessione di una frazione”. Un progetto finanziato dalla Regione che prevede vari obiettivi: la posa della fibra ottica, il potenziamento della rete di videosorveglianza, la riqualificazione di un parco.


«All’interno dell’iniziativa - spiega Costi - rientra anche lo sportello “Non da soli”, attivo già da tempo ma forse poco conosciuto. Permette ai residenti di ricevere contributi per la riparazione di danni materiali subiti dopo i furti. Un aspetto positivo della pandemia è che i furti sono diminuiti, ma lo sportello continua ad essere attivo».

Nel consiglio di frazione di giovedì i cittadini verranno aggiornati anche sulle tempistiche previste per il potenziamento del sistema di videosorveglianza e per la riqualificazione del parco: l’obiettivo è portare a termine entrambi i progetti entro la fine di quest’anno. «Sappiamo quanto la sicurezza sia importante - prosegue Costi - e per questo installeremo telecamere nei punti più critici della frazione. Lo faremo naturalmente in accordo con i carabinieri e con la polizia locale che tengono monitorata la situazione».

Il progetto, come detto, prevede anche la riqualificazione del parco di via Panaro: «Dovremmo procedere entro l’estate – continua il sindaco - verrà risistemato con arredi e attrezzature. Si tratta di un parco molto vissuto dai cittadini, è il più grande tra i parchi pubblici di Colombaro». Per quanto la posa della fibra ottica nella frazione, tema molto sentito dai residenti che spesso lamentano problemi dovuti alla lentezza della connessione, già oltre un mese fa Costi aveva sollecitato Open Fiber, che ha assicurato che la progettazione esecutiva è già in corso ed entro fine anno è prevista la conclusione dei lavori per la posa della nuova infrastruttura. «Gli obiettivi generali del progetto - dice il sindaco - sono quelli di garantire più sicurezza e un maggiore controllo della frazione. Stiamo cercando di lavorare tenendo conto delle esigenze di tutte le frazioni, non solo di quelle del capoluogo che sono più facili da finanziare». «Il passo successivo - conclude – sarà lavorare su Magreta, per cui ho già interpellato la Provincia per il tema del trasporto pesante». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA