Formigine. Le medicine te le portano a casa i volontari degli “Angeli in moto”

L’associazione di biker si è messa a disposizione dell’Avap per garantire il servizio A Colombaro consegnati farmaci salvavita a famiglia in casa in quarantena

Stefania Piscitello

FORMIGINE. La signora Teresa è anziana, fatica a camminare, vive da sola e non ha nessuno che la possa aiutare a fare la spesa. In questo periodo poi, si sa, meglio non frequentare posti affollati per le persone più fragili. Ma ecco che, in aiuto della donna, arrivano gli “Angeli in moto”, con le borsine e tutto ciò di cui la signora ha bisogno. È solo una delle tante cose che da qualche giorno sono possibili grazie al protocollo d’intesa stipulato tra l’Avap di Formigine e il ramo locale dell’associazione “Angeli in moto”, i cui membri si sono messi a disposizione per aiutare l’Avap nella consegna di medicinali, spese e qualsiasi altra cosa che possa essere a sostegno della comunità. «Ci siamo incontrati in una delle videoconferenze che facciamo il giovedì sera insieme al sindaco e le altre associazioni del territorio – racconta il presidente dell’Avap Luciano Neviani – nel corso della quale avevamo manifestato la difficoltà nel reperire mascherine e guanti. A quel punto gli Angeli in Moto, così come altre associazioni, realtà e aziende locali, ci hanno innanzitutto aiutato con numerose donazioni di dispositivi di protezione individuale». Subito dopo è partita una seconda fase, perché i biker hanno deciso di mettere il proprio tempo a disposizione dell’Avap, per supportare i volontari in quei servizi che, se da un lato non richiedono la frequenza di un corso di primo soccorso, sono ugualmente importanti per la cittadinanza, specie per le fasce più deboli. «Già il giorno dopo la firma del protocollo – commenta Neviani – hanno dato i loro contatti al nostro centralino che li chiama quando c’è bisogno». Sì, perché a bordo delle loro moto, gli “Angeli” sono veloci e vanno dritti all’obiettivo: «Ad esempio – prosegue il presidente dell’Avap – l’altro giorno hanno consegnato dei medicinali salvavita ad una famiglia di Colombaro chiusa in casa perché in quarantena. Credo si tratti di un servizio ancora più importante in questo periodo, perché sono tante le realtà di questo tipo». Un altro esempio? «Può esserci una signora anziana che ha poca dimestichezza con la tecnologia e che ha urgenza di inviare al proprio medico dei documenti, dei certificati, i risultati di esami o analisi. Allora chiama il nostro centralino e dove noi non arriviamo ecco gli Angeli in moto. In pochi minuti arrivano dalla signora, prendono i documenti all’interno di una busta e con la stessa rapidità li consegnano al dottore». E così, a bordo delle loro motociclette gli “Angeli in moto” sfrecciano per le strade di Formigine e frazioni e se per il momento non possono viaggiare per via delle restrizioni, tra spese, medicinali e documenti macinano sicuramente chilometri. «L’altro giorno – conclude Neviani – ci hanno portato altri due scatoloni di mascherine di loro iniziativa. Sono “snelli”, veloci, e trovo bello che ci si aiuti tra realtà del territorio a favore della comunità». —