Contenuto riservato agli abbonati

Tra Carpi e Campogalliano: tre nuovi box arancioni divelti È caccia ai vandali dei velox

Dopo soli tre giorni le colonnine arancioni sulla Romana Nord a Fossoli sono state sradicate  

CARPI Tre giorni. Tanto sono durate nella loro postazioni le colonnine arancioni installate per contrastare gli eccessi di velocità, nell’ambito del progetto “Strade sicure”, promosso dall’Unione delle Terre d’Argine.

Dopo che, qualche giorno fa, era stato sradicato un altro box arancione a Campogalliano, in via Canale Carpi, all’altezza del civico 36, l’episodio si ripete, stavolta a Fossoli.


Sulla Romana nord, infatti, sono due i dispositivi presi di mira dai vandali. Non sono stati imbrattati, ma sono stati completamente sradicati dalla loro collocazione originaria e abbandonati sempre sul ciglio della strada, ma pochi metri più in là.

L’amministrazione fa sapere che verranno ripristinati, così come lo è stato il box arancione danneggiato a Campogalliano.

L’atto vandalico è stato relativamente semplice: i dispositivi in questione, infatti, hanno un sistema di sgancio facilitato, perché se vengono urtati da un mezzo, l’impatto non deve essere simile a quello che avverrebbe contro a un muro, che potrebbe avere conseguenze devastanti.

Inoltre, i box arancioni non sempre contengono un velox: vengono gestiti dalle pattuglie a rotazione e sono presidiati dagli agenti che, durante il funzionamento, sono nei paraggi.

Quando diventa buio, i box aranncioni diventano, invece, lampeggianti: si tratta di una batteria a energia solare che fa lampeggiare la luce e serve a far notare il dispositivo anche di sera.

Sono già partite le indagini per individuare i responsabili dell’atto vandalico mentre sono iniziate le operazioni di ripristino.

Questa atti vandalici rappresentano anche un costo a carico della collettività, visto che i dispositivi sono pagati tramite soldi pubblici. Il costo di un box può variare da mille a 2mila euro, compresa l’installazione: la cifra dipende dal modello.

Nel frattempo, si avvicinano i tempi per l’installazione dei nuovi autovelox su un’altra delle strade più trafficate e pericolose, da tempo simbolo dell’odissea dei pendolari che si recano a Modena. Si tratta della Romana Sud, caratterizzata dall’elevata incidentalità. Per questo si è deciso di collocare lì i due velox che saranno posti immaginando di percorrere la strada 413 da Carpi a Soliera, sul lato ovest, al chilometro 53+755 e sul lato est, al chilometro 52+565.

L’avvio dei velox sarà preceduto da una settimana di sperimentazione che consentirà di calcolare le violazioni ipotetiche su quel segmento di strada. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA