Sassuolo, morto l'imprenditore Sergio Sassi di Emilceramica, vice presidente del Sassuolo calcio

Giorgio Squinzi, Sergio Sassi e Domenico Berardi

SASSUOLO Lutto nel mondo dell'industria ceramica e dello sport sassolese. Stroncato da un male incurabile è morto Sergio Sassi aveva 64 anni, vicepresidente e amministratore delegato di Emilceramica nonchè vicepresidente del Sassuolo Calcio

Sergio Sassi sposato con due figli. era laureato in Economia e Commercio presso l’Università di Modena,

La sua azienda Emilceramica è uno dei fiori all'occhiello del comparto ceramico, forte soprattutto nell'export

. Il Gruppo ha una forte valenza internazionale, grazie alle joint venture produttive negli Stati Uniti con Dal Tile e alla filiale EmilAmerica che organizza la distribuzione del marchio negli Usa con due magazzini a Los Angeles e Washington.

 Sul fronte degli incarichi associativi è stato Presidente di Assopiastrelle dal 2001 al 2005. Membro di Giunta di Confindustria oltre che delle Commissioni ‘Energia’, ‘Internazionalizzazione’ e del Comitato Tecnico ‘Tutela dei Marchi e lotta alla contraffazione’ di Confindustria. E’ socio fondatore di Faber, la fondazione emiliano-romagnola che si occupa della diffusione della cultura d’impresa.

Il sindaco di Sassuolo Gian Francesco Menani in una nota ricorda Sassi con queste parole: «Un imprenditore capace ed apprezzato, amante dello sport e della nostra città, per la quale ha sempre fatto tanto anche senza voler apparire». Sassi, scrive sul suo sito il club emiliano, «per tanti anni è stato una colonna portante della storia del Sassuolo Calcio oltre ad essere una stimatissimo imprenditore del comprensorio ceramico. Sempre vicino alla squadra nei momenti importanti, la sua scomparsa ha colpito tutto il mondo neroverde. La famiglia Squinzi, il presidente Carlo Rossi e l'A.D. Giovanni Carnevali, i dirigenti, le squadre, gli staff tecnici, i dipendenti e i collaboratori del Sassuolo Calcio partecipano al dolore della famiglia . Per onorare la sua memoria, in occasione delle gare di oggi, la Prima squadra e la formazione Primavera scenderanno in campo con il lutto al braccio».