IL PROGRAMMA/ Dalla street art a Lucarelli: il 25 aprile a Modena

Tanti gli eventi in programma: si parte alle 10.30 con l’omaggio al Sacrario, poi la Messa officiata dal vescovo don Erio

MODENA Sono tantissime le iniziative in programma oggi in provincia in occasione della Festa della Liberazione. Si parte alle 10.30 con l’omaggio al Sacrario della Ghirlandina, recentemente ripristinato come altri cippi in città che ricordano i martiri della Resistenza. Alle 11 in Duomo è invece prevista la Messa officiata dall’arcivescovo don Erio Castellucci.

Ma oggi anche il Consiglio comunale sarà impegnato con una seduta straordinaria dedicata alla Liberazione: l’appuntamento è per le 12, con la diretta trasmessa anche dal sito web della Gazzetta, e l’intervento in videocollegamento dell’ex presidente della Commissione antimafia Rosy Bindi.



Alle 14.30, in diretta Facebook dal Campo di Fossoli sulla pagina dell’omonima Fondazione, è prevista l’iniziativa “Aurora di un mondo migliore”, mentre alle 15, sulle pagine social del Centro documentazione donna e dell’Istituto storico, sarà trasmesso un podcast di Stefano Ascari e Glauco Babini con la collaborazione di Caterina Liotti e Metella Montanari.

Alle 17, al parco XXII aprile, sarà inaugurato “Estensi a canestro”, il singolare intervento di street art realizzato sulla pavimentazione dell’anfiteatro. Il murales è promosso da Modena Sobborghi e Collettivo FX e sostenuto dall’assessorato alla Cultura di Modena. Si chiude alle 18.30, sulla pagina Facebook dell’Istituto storico, con “Una storia partigiana” di Carlo Lucarelli. —

 

Buon 25 aprile, con "Bella ciao" cantata da Rinnovata Agenzia di Città



© RIPRODUZIONE RISERVATA