Modena. Si schianta e poi rifiuta l'alcoltest. Automobilista nei guai

Il 35enne, protagonista dell'incidente in tangenziale, ha lasciato l'ospedale evitanto i controlli. E' stato denunciato

Modena. Dovrà rispondere di guida in stato di ebbrezza un automobilista 35enne coinvolto in un incidente stradale avvenuto sulla tangenziale Pirandello: l’uomo, infatti, ha rifiutato di sottoporsi in ospedale agli accertamenti di legge richiesti dalla polizia locale di Modena e per questo motivo scatterà la denuncia, proprio come se la rilevazione, se effettuata, avesse accertato una presenza di alcol nel sangue tale da collocarlo nella terza e più grave fascia individuata dalle normative.

Come ricostruito dall’Infortunistica, l’automobilista, residente in un comune della provincia, ha perso il controllo di una Volkswagen Polo tra le uscite 10 e 11 della tangenziale, terminando la sua corsa contro il guard-rail a lato della carreggiata. Dopo lo schianto, sul posto sono arrivate le pattuglie del Comando di via Galilei, che hanno avviato gli accertamenti sull’accaduto e hanno messo in sicurezza l’area, mentre un’ambulanza del 118 è intervenuta per prestare i soccorsi medici. Il 35enne è stato quindi accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Baggiovara a causa delle contusioni riportate.

Più tardi l’uomo si è tuttavia allontanato dalla struttura sanitaria, dove, nel frattempo, si erano portati anche gli operatori della polizia locale, avviando l’iter, previsto dalle normative, finalizzato ad accertare l’eventuale condizione di alterazione attraverso gli esami clinici. A seguito del rifiuto formale alla rilevazione, l’automobilista sarà accusato e gli sarà sospesa la patente.

Sarà poi l’Autorità giudiziaria a decidere in quale misura applicare l’eventuale sanzione penale a carico del 35enne, che rischia un’ammenda (fino a 6mila euro) e ulteriori sanzioni accessorie, la detrazione di 10 punti e la sospensione del documento di guida per un periodo da sei mesi a due anni.