Contenuto riservato agli abbonati

Soliera. Addio al 24enne Sandro, schiantatosi in moto Lo zio: «Un grande lavoratore»

SOLIERA. Il giorno dopo la scomparsa di Sandro Gallone, il 24enne che ha perso la vita in un incidente in moto su via Giardini Sud a Ubersetto, è tanto lo sgomento tra coloro che lo conoscevano. «Era un ragazzo d’oro – così lo descrive lo zio Angelo Gallone che ieri era al lavoro nel panificio di famiglia – ed era molto responsabile». Sandro, residente a Soliera, è cresciuto al Forno Gallone di via Ganaceto a Modena. «Era un gran lavoratore – prosegue lo zio – e sapeva fare tutto. Stava al banco a servire i clienti, preparava il pane, seppur giovane, riusciva a dirigere la situazione. Avevamo deciso di investire sul futuro, per mio figlio e i miei tre nipoti».



Sandro era appassionato di moto, ma non aveva tanto tempo per andare in giro perché impegnato sul lavoro; si alternava quando poteva col fratello gemello, prendendo la domenica mattina libera. Domenica era da solo e sulla sua Yamaha aveva deciso di andare a Serramazzoni per mezza giornata, anche perché il Forno Gallone la domenica sera è operativo. La madre lo aspettava per pranzo, ma Sandro non è più rientrato. «È stato il destino – conclude lo zio – era una bella giornata, la strada non era bagnata. Non ce lo spieghiamo». Probabilmente verrà eseguita l’autopsia . —